<< Torna all'elenco

Sostanze chimiche: ECHA aggiorna le SVHC

04/08/2017 - Sicurezza


La valutazione delle sostanze chimiche e del rischio chimico ad esse connesso, tra gli altri aspetti, deve considerare le sostanze “estremamente preoccupanti” (Substance of very high concern, SVHC) sono sostanze con le seguenti caratteristiche di pericolo (art. 57 del regolamento REACH):

  • sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione (CMR) di categoria 1A o 1B, ai sensi del Regolamento CLP;
  • sostanze persistenti, bioaccumulabili e tossiche (PBT) o molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB), secondo i criteri dell’allegato XIII del regolamento REACH;
  • le sostanze che perturbano il sistema endocrino e le sostanze con un livello di preoccupazione equivalente a quelle dei punti precedenti, identificate in base ad una valutazione caso per caso.

Dal 7 luglio, l'elenco delle sostanze SVHC "stremamente preoccupanti" (Substance of Very High Concern) si allunga con l'aggiornamento dell'ECHA che ha inserito nella "candidate list" in particolare il Perfluorohexane-1-sulphonic acid e i suoi sali (PFHxS), a causa delle loro proprietà di sostanze molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB).

Inoltre sono state aggiornate le caratteristiche di altre sostanze tra cui

  • benzil butilftalato (BBP)
  • bis (2-etilhexil) ftalato (DEHP)
  • dibutil ftalato (DBP)
  • diisobutil ftalato (DIBP)
  • Bisfenolo A (BPA)

Quest'ultimo in particolare era già stato riconosciuto come tossico per la riproduzione. Ora è stato identificato anche come interferente endocrino che causerebbe effetti gravi per la salute umana. Inoltre, il Perfluorohexane-1-sulphonic acid e i suoi sali (PFHxS) sono stati identificati come sostanze SVHC. 

 

Obblighi riguardo le sostanze SVH

  • Per le sostanze che si trovano nell'elenco di autorizzazione, le aziende devono richiedere l'autorizzazione a continuare a utilizzare la sostanza dopo la data di scadenza.
  • Per le sostanze nell'elenco dei candidati, le aziende devono verificare eventuali obblighi legali (anche se in miscele o in articoli). In particolare, l'obblighi di comunicazione a clienti della catena di fornitura e dei consumatori, che ricade sui fornitori di articoli contenenti tali sostanze al di sopra di una concentrazione dello 0,1% (peso in peso)

​Strumenti per la gestione di preparati e miscele e dei loro componenti (software appoggiato a database ECHA)

Iscriviti qui ad Aliseo News  
La newsletter tecnica GRATUITA su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Nessun commento presente

Inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere una notifica in caso di risposta al tuo commento!

Nome *
Email

Ho letto e approvo il regolamento informativa sulla privacy.