Whistleblowing

Immagine whistleblowing

Immagine whistleblowing


Chi può segnalare

  • dipendenti e collaboratori della ns. Società
  • gli Amministratori e i soci persone fisiche
  • gli organi di controllo e vigilanza (Collegio Sindacale, Revisori o Società di Revisione, Organismo di Vigilanza 231, DPO)
  • fornitori e consulenti

Purché in buona fede.

Chi non può segnalare

  • clienti (valgono i consueti canali commerciali)

Come segnalare

  • indicare una descrizione dei fatti sufficientemente precisa a consentire un’indagine
  • utilizzare i canali dedicati indicati nel box sottostante

Riservatezza

è garantita la massima riservatezza su:

  • i soggetti e sui fatti segnalati
  • identità del segnalante

per legge, la riservatezza non sarà assicurata qualora:

  • quando la divulgazione è necessaria per legge nel contesto di indagini da parte delle Autorità nazionali o di procedimenti giudiziari
  • quando c’è un obbligo di comunicazione del nominativo all’Autorità giudiziaria (Tribunale, Procura della Repubblica), o di Polizia
  • eventuale rinuncia volontaria per iscritto alla riservatezza
  • quando la conoscenza dell’identità è indispensabile per la difesa dell’incolpato e solo in presenza del consenso espresso alla rivelazione della tua identità

Può restare anonimo

  • Esamineremo tutte le Segnalazioni pervenute, anche se anonime
  • Se scegli l’anonimato, potrebbe risultare difficile contattarti per chiedere la tua ulteriore collaborazione per la verifica dei fatti segnalati

Cosa succede dopo la segnalazione

L’Organismo di Vigilanza 231 verifica se la segnalazione:

  • è fatta da un soggetto legittimato
  • riguarda violazioni previste dalla Procedura Whistleblowing
  • è sufficientemente precisa e dettagliata

L’Organismo di Vigilanza svolge indagini per verificare la fondatezza della segnalazione

  • Se viene accertata la violazione, si assumono le misure reputate più appropriate (di prevenzione, mitigazione, sanzionatorie, etc.)
  • viene dato periodico riscontro al Segnalante

Nessun atto ritorsivo o discriminatorio!

Il segnalante non potrà essere licenziato, né potrà subire alcun mutamento di mansioni, o essere sospeso, trasferito o sottoposto a qualsiasi misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti, sulle condizioni di lavoro, o minacciato, vessato o discriminato, per aver fatto una Segnalazione in buona fede. Segnalazioni in mala fede o con colpa grave. Potranno essere assunte tutte le iniziative - anche sanzioni disciplinari – contro il segnalante, a tutela della Società e dei soggetti segnalati.

Trattamento dei dati personali

I Dati personali di tutti gli interessati saranno trattati nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali. L’informativa privacy relativa è visionabile sul web: www.necsi.it – sezione whistleblowing e sul ns. portale di segnalazione.






Canali dedicati alle segnalazioni

Sito internet
PORTALE WHISTLEBLOWING

E-mail
OdV 231 Necsi Srl, e-mail: odv.necsi@gmail.com
OdV 231 Necsi Holding Srl, e-mail: odv.necsi.holding@gmail.com

Segnalazione orale
Organizzazione incontro diretto con avv. Massimo Alltissimo (gestore delle segnalazioni e OdV 231)

Cartaceo
Raccomandata a.r. o posta ordinaria (busta cartacea chiusa recante all’esterno la dicitura “riservata personale whistleblowing”), all’indirizzo di posta ordinaria: “All’attenzione dell’Organismo di Vigilanza”, c/o NECSI SRL, via Ten. E. Velo, 28 - 36060 Romano d'Ezzelino (VI) o in alternativa all’avv. Massimo Altissimo presso ADACTA Studio Associato, Strada Marosticana 6-8, 36100 Vicenza, Italia.

Together for safety necsi group