04 ott 2018

441 visite


Iscriviti QUI
ad Aliseo News


La newsletter tecnica
GRATUITA
su salute e sicurezza
nei luoghi di lavoro

ISCRIZIONE



INAIL | 8 nuovi quaderni tecnici sui rischi nei cantieri temporanei e mobili




Con l'obiettivo di accrescere il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili INAIL ha pubblicato sul proprio sito una serie di Quaderni Tecnici che forniscono informative basate su leggi, circolari, norme tecniche specifiche e linee guida utili a individuare e perfezionare metodologie operative per il miglioramento delle misure di prevenzione contro i rischi professionali.

Realizzati dal dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici, i Quaderni, divisi in 8 volumi e, come scrive INAIL sul proprio sito web "sono rivolti a coloro che operano nell'ambito dei cantieri temporanei o mobili rappresentando un agile strumento sia per l'informazione e la formazione dei lavoratori sia per il miglioramento dell'organizzazione delle piccole e medie imprese".

I Quaderni a disposizione sono:

 

Il quaderno del giorno:
Sistemi di protezione individuale delle cadute

Iniziamo oggi a proporvi piccoli riassunti dei Quaderni Tecnici in modo da darvi la possibilità di aver contezza del contenuto prima di procedere ad una lettura più esaustiva e dettagliata.

In particolare, oggi analizziamo i Sistemi di protezione individuale delle cadute che, come espresso nel Quaderno Tecnico, “vengono frequentemente impiegati nei cantieri temporanei o mobili durante l'esecuzione di attività in quota.

Essi vanno utilizzati nei casi in cui, a seguito della valutazione dei rischi, le caratteristiche intrinseche dei luoghi di lavoro, le procedure di lavoro dell'azienda che effettua l'attività e l'adozione di dispositivi di protezione collettivo non permettono di ridurre a livello accettabile i rischi specifici. Solo in questi casi diventa indispensabile adottare tali sistemi di protezione individuale dalle cadute che devono essere idonei allo scopo.”

I riferimenti normativi associati a questi sistemi di protezione sono:

  • Regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016 sui dispositivi di protezione individuale e che abroga la direttiva 89/686/ CEE del Consiglio.
  • D.lgs. 81/08 e smi - Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
  • UNI 11158:2015 - Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto
  • Sistemi di protezione individuale delle cadute - Guida per la selezione e l'uso.
  • UNI EN 363:2008 - Dispositivi individuali per la protezione contro le cadute - Sistemi individuali per la protezione contro le cadute.

Alcuni dei dispositivi di protezione individuale delle cadute sono:

  • Dispositivo di ancoraggio non permanente;
  • Connettore;
  • Cordino (arresto caduta, trattenuta, posizionamento sul lavoro);
  • Assorbitore di energia;
  • Imbracatura per il corpo;
  • Cintura di posizionamento sul lavoro;
  • Cintura di trattenuta;
  • Dispositivo anticaduta di tipo retrattile;
  • Dispositivo anticaduta di tipo guidato comprendente una linea di ancoraggio flessibile;
  • Dispositivo anticaduta di tipo guidato comprendente una linea di ancoraggio rigida.

Classificazione dei DPI anti caduta secondo la UNI EN 363: 2008

1. Sistema di trattenuta: sistema di protezione individuale dalle cadute che impedisce al lavoratore di raggiungere le zone dove esiste il rischio di caduta dall'alto.

2. Sistema di posizionamento sul lavoro: sistema di protezione individuale dalle cadute che permette alla persona di lavorare sostenuta, in tensione/trattenuta, in maniera tale che sia prevenuta la caduta.

3. Sistema di accesso su fune: sistema di protezione individuale dalle cadute, che permette al lavoratore di andare e tornare dal posto di lavoro in maniera tale che sia impedita o arrestata la caduta, utilizzando una fune di lavoro e una fune di sicurezza, collegate separatamente a punti di ancoraggio sicuri.

4. Sistema di arresto caduta: sistema di protezione individuale dalle cadute che limita la forza d'urto sul corpo del lavoratore durante l'arresto caduta.

5. Sistema di salvataggio: sistema di protezione individuale dalle cadute con il quale una persona può salvare sé stessa o altri, in maniera tale che sia prevenuta la caduta.

Lasciamo al lettore l'approfondimento relativo delle varie classificazioni leggendo il relativo Quaderno Tecnico a questo link

 

Aggiungi un commento alla notizia





SIAMO A TUA DISPOSIZIONE

Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato.

Ti daremo tutte le informazioni
di cui hai bisogno!