05 nov 2019

188 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INAIL | Gli effetti di alcol, droghe e farmaci sul driver




Esistono lavoratori che passano la maggior parte del tempo dietro una scrivania, altri che fanno dei cantieri il loro luogo usuale di lavoro, altri, invece, passano la maggior parte del tempo lavorativo al volante.

Questi lavoratori, la maggior parte dei quali agenti di commercio, hanno la necessità di percorrere lunghi tratti in automobile per incontrare i propri clienti ed è necessario che questi prestino sempre la massima attenzione durante tutte le fasi di guida per evitare incidenti.

INAIL, per questo motivo, ha realizzato un interessante compendio, che riteniamo di interessante corollario al già proposto documento “Approfondimento sugli incidenti con mezzo di trasporto”, il quale richiama l'attenzione sugli effetti di buona parte delle sostanze che alterano le condizioni psicofisiche quali alcol, droghe e farmaci.

Da parte di un Datore di Lavoro, di un RSPP o comunque di una figura addetta alla gestione della Sicurezza sul Lavoro, porre attenzione anche agli aspetti legati alla guida è di fondamentale importanza per un management completo del sistema sicurezza. “Molti incidenti gravi” riporta il documento INAIL “sono dovuti alla perdita di controllo del veicolo perché i guidatori hanno abusato di alcol e7o sono sotto l'effetto di sostanze stupefacenti […] anche alcune categorie di farmaci possono comportare alterazioni della capacità di concentrarsi alla guida”.

Il documento, infatti, va ad analizzare questi tre elementi (alcol, droghe e farmaci) portando alla luce gli effetti che ognuno ha sul guidatore.

Lasciando al lettore la disamina completa del documento, consultabile gratuitamente cliccando qui, riportiamo a titolo esemplificativo gli effetti che può avere l'assunzione di alcol su un guidatore.

Partiamo dal presupposto che gli effetti dell'alcol su una persona dipendono dal cosiddetto tasso alcolemico, conosciuto anche con il termine di alcolemia.

Il tasso alcolemico non rappresenta altro che il quantitativo di alcool etilico presente nel sangue e viene espresso in grammi per litro o in milligrammi per decilitro.

Attualmente, nel nostro Paese, il valore limite legale di alcolemia, stabilito per la guida, è di 0,5 g/L. Attenzione però, ricordiamo che molte aziende, giustamente, hanno scelto che il valore di alcolemia dei propri dipendenti ai quali è affidato un mezzo di trasporto per lo svolgimento delle proprie attività lavorative sia pari a 0 g/L.

Vediamo, però, quali possono essere gli effetti e le sensazioni al variare del tasso alcolemico nel sangue di un guidatore:

Alcolemia g/L Sensazioni Effetti
0,2-0,5 Euforia, aumento di fiducia in sé stessi, loquacità eccessiva o introversione e tristezza Perdita dei freni inibitori, diminuzione dell'attenzione, coordinazione e capacità di giudizio
0,5-0,8 Cambiamenti di umore, nausea, sonnolenza, stato di eccitazione emotiva Perdita della capacità di giudizio, riduzione della capacità di individuare oggetti in movimento e della visione laterale, riflessi alterati, alterazione delle capacità di reazione agli stimoli sonori e luminosi
0,9-1,5 Alterazione dell'umore, rabbia, tristezza, confusione mentale e disorientamento Compromissione della capacità di giudizio e autocontrollo, comportamenti socialmente inadeguati, linguaggio mal articolato, alterazione dell'equilibrio, compromissione della visione e della percezione di forme, colori, dimensioni, vomito
1,6-3 Stordimento, aggressività, stato depressivo, apatia, letargia Compromissione grave dello stato psicofisico, comportamenti aggressivi e violenti, difficoltà marcata a stare in piedi o camminare, stato di inerzia generale, ipotermia, vomito
3,1-4 Stato di incoscienza Allucinazioni, cessazione dei riflessi, incontinenza, vomito, coma, con possibilità di morte per soffocamento da vomito
> 4 Difficoltà di respiro, sensazione di soffocamento, sensazione di morire Battito cardiaco rallentato, fame d'aria, coma, morte per arresto cardiaco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il documento INAIL ricorda, inoltre, che un'assunzione a lungo termine di alcol porta alla dipendenza e all'aumento della tolleranza.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.