08 giu 2018

535 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



AUTOGRÙ | Le istruzioni INAIL per la prima verifica




Le Autogrù sono tra i mezzi di lavoro più utilizzati per il sollevamento di strumenti e oggetti di vario peso e dimensioni; come stabilito dal d.m. 11 aprile 2011 il Datore di lavoro che possiede un apparecchio di questo tipo, ossia un mezzo di sollevamento di tipo mobile, non azionato a mano con portata superiore a 200kg, deve provvedere a:

  • dare comunicazione di messa in servizio all’unità operativa territoriale (UOT) INAIL competente che a sua volta provvederà ad assegnarvi una matricola;
  • richiedere la prima delle verifiche periodiche sempre allo UOT INAIL secondo quanto indicato dal d.lgs 81/08 che, tramite l’allegato VII ne prescrive la periodicità delle attrezzature di sollevamento in base alla loro vetustà e al loro settore di impiego.

La guida disposta da INAIL, che come visto risulta titolare della prima verifica che può svolgere in maniera diretta o avvalendosi di soggetti terzi abilitati, mira a dare delle istruzioni per armonizzare su scala nazionale l’approccio a questa importante prima verifica.

Le istruzioni trattate sono rivolte alle autogrù così come vengono definite all’interno della norma di tipo C (EN 13000) ovvero le gru mobili definite come:

gru a braccio autonomo in grado di spostarsi con o senza carico, senza la necessità di vie di corsa fisse e che si basa sulla gravità per la stabilità (UNI EN 1300:2014)

A questi si applicano dei periodi di intervento specifici in base al tipo di attrezzatura:

  • Apparecchi di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo riscontrabili in settori di impiego quali costruzioni, siderurgico, portuale, estrattivo – PERIODICITÀ DI INTERVENTO ANNUALE
  • Apparecchi di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo regolare e anno di fabbricazione non antecedente 10 anni – PERIODICITÀ DI INTERVENTO BIENNALE
  • Apparecchi di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo regolare e anno di fabbricazione antecedente 10 anni – PERIODICITÀ DI INTERVENTO ANNUALE

 

Come richiedere la prima verifica

Risulta importante procedere con la prima verifica periodica poiché questa accerta la conformità alle modalità di installazione previste dal fabbricante, il mantenimento delle condizioni di sicurezza, l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e controllo e lo stato di manutenzione e conservazione. Inoltre, a seguito della prima verifica, viene redatto anche un documento chiamato scheda tecnica di identificazione dell’attrezzatura.

La procedura per la richiesta di prima verifica parte dalla richiesta della prima verifica all’Unità Operativa Territoriale Inail attraverso l’invio della richiesta tramite PEC o attraverso i sistemi digitali online che a breve saranno disponibili nel sito stesso di INAIL.

All’interno risulta necessario inserire il termine ultimo entro il quale l’attrezzatura di lavoro deve essere necessariamente sottoposta a verifica. Risulterà utile allegare anche la copia della dichiarazione CE di conformità dell’attrezzatura di lavoro.

Perché la richiesta sia ritenuta valida questa deve contenere per lo meno le seguenti informazioni:

indirizzo completo presso cui si trova l’attrezzatura di lavoro;

  • dati fiscali del datore di lavoro (sede legale, codice fiscale, partita IVA) e i riferimenti telefonici;
  • dati identificativi dell’attrezzatura di lavoro (tipologia dell’attrezzatura di lavoro, matricola ENPI/ANCC/Ispesl/Inail/MLPS);
  • indicazione del soggetto abilitato iscritto nell’elenco di cui all’art. 2 comma 4 del d.m. 11 aprile 2011;
  • data della richiesta

La verifica interverrà entro i 45 giorni successivi alla data di ricevimento della richiesta.

La documentazione e il modulo di richiesta sono consultabili e scaricabili qui.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.