10 gen 2022

94 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INAIL | I dati delle denunce Covid-19 nello scorso anno




Dall’inizio della pandemia INAIL ha iniziato il monitoraggio delle denunce di contagio sul lavoro da Covid-19 in modo da tenere traccia dell’andamento epidemiologico anche all’interno dei luoghi di lavoro.

Dal 2020 sino a novembre 2021 le segnalazioni di contagio nel luogo di lavoro sono state 185.633, circa un sesto delle denunce di infortunio pervenute da gennaio 2020.

Del totale delle denunce di malattia Covid-19 il 79,9% si concentra nel primo anno di epidemia (2020) e nel periodo gennaio-novembre 2020 contro 2021 si registra un calo del 69,5% dei casi.

Da febbraio dell’ormai scorso anno, infatti, il fenomeno è in significativa discesa e i 240 casi di giugno (benché ancora in fase di elaborazione) rappresentano il minor numero di contagi registrati nel 2021, inferiore anche al minimo del 2020 che fu luglio con 500 casi.

Nei primi 11 mesi del 2021 viene dimezzata anche l’incidenza del virus sul totale dei morti, infatti, i decessi dovuti al Coronavirus legati al luogo di lavoro sono stati 797 nel 2020 (più di un quarto di tutti gli infortuni mortali da gennaio 2020), mentre nel 2021 sono stati registrati 563 decessi (il 50,7% in meno). Se l’anno scorso l’incidenza media dei decessi da nuovo Coronavirus sul totale dei casi mortali segnalati all’Inail è stata di circa una denuncia ogni tre, tra gennaio e novembre di quest’anno è scesa a una su sei.”

Come semplice ipotizzare è chiaro che il settore della sanità e dell’assistenza sociale è quello più colpito con il 64,8% dei casi di denuncia e il 22,4% dei casi mortali. Segue il comparto amministrativo pubblico con il 9,2% dei casi e il 10,4% delle denunce di morte.

Se si dovesse fare un identikit dei lavoratori professionali deceduti a causa del virus, i dati ci racconterebbero che l’82,7% delle denunce riguardano uomini di fascia di età compresa tra i 50 e i 64 anni e gli under 35 registrano decessi per il solo 0,6%. Interessante però scoprire che, per quanto riguarda le denunce di infezione la curva si ribalta presentandoci un numero maggiore di donne con denuncia di malattia Covid-19 (68,3% dei casi) con un’età media tra i 46 anni, per entrambi i sessi.

A disposizione del lettore la scheda nazionale sui dati di denunce Covid-19 con il monitoraggio al 30 novembre 2021

 

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.