10 gen 2022

855 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



TESTO UNICO | Ricapitolo delle modifiche al D.lgs 81/08 e nuova edizione 2022




Dopo un 2021 colmo di novità legislative riguardo il mondo della sicurezza sul lavoro, vogliamo iniziare il 2022 ricapitolando le principali modifiche al Testo Unico D.lgs. 81/08 che avranno un importante impatto a livello di gestione della sicurezza in aziendale.

Dall’ormai scorso dicembre è entrata in vigore la Legge 215 che va a convertire il Decreto-legge 146/2021 il quale introduceva modifiche al Testo Unico per quanto riguarda le ispezioni.

Ricordiamo, infatti, che una delle principali modifiche introdotte lo scorso anno riguarda l’ampliamento delle competenze dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro il quale, in concerto con le ASL, avrà il compito di svolgere le attività ispettive in materia di SSL a livello provinciale.

Importanti novità anche a livello sanzionatorio, ricordiamo la discussa introduzione del provvedimento sospensivo dell’attività imprenditoriale sia nel caso in cui dovesse essere rilevato un numero di personale non regolare maggiore del 10% rispetto al totale dei lavoratori e nel caso di comprovate gravi violazioni della normativa – Rimandiamo al nostro articolo di approfondimento “INL | Risposte sulla modalità di adozione delle nuove sanzioni in caso di gravi violazioni in materia di salute e sicurezza”.

La Legge 215, però, introduce ulteriori modifiche rispetto a quanto riportato dal D.L 146/2021, soprattutto per quanto riguarda gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente i quali, hanno ora l’obbligo (lett. b-bis) di individuare il preposto o i preposti per l’effettuazione delle attività di vigilanza espresse nell’articolo 19 ossia, sovraintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza e sull’uso dei mezzi di protezione collettivi ed individuali.

Novità anche per quanto riguarda gli appalti, con l’articolo 26 comma 8-bis si evidenza che nell’ambito dello svolgimento di attività in regime di appalto o di subappalto, i datori di lavoro che ricoprono la figura dell’appaltatore o del subappaltatore hanno l’obbligo di indicare espressamente al datore di lavoro committente il personale che svolge la funzione di preposto.

Ritornando agli obblighi del preposto, si sottolinea nell’articolo 19 che tale figura avrà l’obbligo, in caso di rilevazione di comportamenti non conformi alle disposizioni e istruzioni impartite dal datore di lavoro e dai dirigenti, di intervenire per modificare il comportamento non conforme fornendo le necessarie indicazioni di sicurezza. Nel caso in cui le disposizioni impartite non venissero attuate o persista l’inosservanza, il preposto dovrà interrompere l’attività del lavoratore e informare i superiori diretti.

Tra i vari aggiornamenti di spessore trova spazio anche il mondo dell'antincendio che a settembre dello scorso anno ha visto la diffusione di tre Decreti relativi a:

  • Criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punto 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81
  • Criteri per la gestione dei luoghi di lavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punto 4 e lettera b) del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81
  • Criteri generali di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio per luoghi di lavoro, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punti 1 e 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81

Le novità trovano spazio anche per quanto concerne formazione e addestramento dei preposti, dei dirigenti e dei datori di lavoro.

Con il settimo comma dell’articolo 37 si prevede che datore di lavoro, dirigenti e preposti ricevano un’adeguate e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza sul lavoro e – come riportato dal comma 7-ter – per assicurare l’adeguatezza e la specificità della formazione, nonché l’aggiornamento periodico dei preposti, le relative attività formative devono essere svolte interamente in presenza e devono essere ripetute con cadenza almeno biennale e comunque ogni qualvolta sia reso necessario in ragione dell’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi.

Sempre in ambito formazione ricordiamo che entro giugno di quest’anno è previsto il nuovo Accordo Stato Regioni il quale riprenderà in mano riorganizzando in modo armonico a quanto previsto dalla legge:

  • formazione per il datore di lavoro (obbligatoria);
  • la verifica dell’efficacia della formazione durante il lavoro;
  • aggiornamento della formazione dei preposti ogni due anni e utilizzo della FAD per i preposti sia corso iniziale che aggiornamento.

Tutta la nuova edizione del Testo Unico D.lgs. 81/08 revisione di Gennaio 2022

Con queste ed altre importanti novità è stata quindi resa disponibile la revisione di Gennaio 2022 che segue la precedente di Novembre 2020; in particolare vengono riportati i seguenti aggiornamenti:

  • Inserita nota e piè pagina all’art. 5, secondo quanto previsto dall'art. 2, comma 1, lett. n), del DPR 28 marzo 2013, n. 44;
  • Inserita la lettera circolare INL del 11/08/2020 prot. 1753 ad oggetto: Chiarimenti in merito alla fornitura e posa in opera di calcestruzzo preconfezionato;
  • Inserita la circolare INAIL n. 44.2020 del 11.12.2020 sulla Sorveglianza sanitaria dei lavoratori maggiormente a rischio in caso di contagio da virus SARS-CoV-2;
  • Inserito il collegamento esterno alla nota MLPS prot. 18860 del 04.12.2020, riguardante l’aggiornamento delle tariffe per l’attività di verifica periodica delle attrezzature di lavoro di cui all’allegato VII e dell’art. 71, comma 11;
  • Modifiche agli allegati XLVII e XLVIII ad opera dalla legge 18/12/2020, n. 176, convertita, con modificazioni, dal decreto-legge 28/10/2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19
  • Inserita la nota INL del 21.12.2020 prot. 11484, sul lavoro intermittente e i profili sanzionatori;
  • Inserita la lettera circolare del 08/01/2021 prot. 4905, riguardante indicazioni emergenziali per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nelle operazioni di primo soccorso e per la formazione in sicurezza dei soccorritori - Integrazione;
  • Inserita la lettera circolare del Ministero della Salute prot. 1330 del 14/01/2021, sulla sospensione dei termini relativi agli adempimenti previsti dell’art. 40 del D.lgs. 81/2008;
  • Sostituito il Decreto Direttoriale n. 58 del 18 settembre 2019 con il Decreto Direttoriale n. 02 del 20 gennaio 2021 - Nono elenco dei soggetti abilitati e dei formatori per l’effettuazione dei lavori sotto tensione;
  • Inserite le modifiche agli allegati XLII e XLIII introdotte dal decreto interministeriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 11/02/2021;
  • Inserita la lettera circolare del Ministero della Salute prot. n. 15127 del 12/04/2021, sulle indicazioni per la riammissione in servizio dei lavoratori dopo assenza per malattia Covid-19 correlata;
  • Aggiornato l’allegato XXXVIII ai sensi del Decreto interministeriale del 18/05/2021, di recepimento della direttiva 2019.1831.UE, che ha definito il quinto elenco di valori limite indicativi di esposizione professionale;
  • Inserita la nota INL del 02/07/2021, prot. n. 4639, ad oggetto: tutela dei lavoratori - stress termico ambientale;
  • Inserita la nota INL del 19/07/2021, prot. n. 5223 ad oggetto: D.M. 25.06.2021 - Verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili (DURC di congruità);
  • Inserita nota alla circolare INAIL n. 44/2020 del 11/12/2020 riguardante la comunicazione INAIL del 28/07/2021, sulla proroga deti termini della sorveglianza sanitaria eccezionale;
  • Inserito il D.M. 1° settembre 2021 recante “Criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punto 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81” (G.U. Serie Generale n. 230 del 25/09/2021);
  • Inserito il D.M. 2 settembre 2021 recante “Criteri per la gestione dei luoghi di lavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punto 4 e lettera b) del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81” (G.U. Serie Generale n. 237 del 04/10/2021);
  • Inserito il D.M. 3 settembre 2021 recante “Criteri generali di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio per luoghi di lavoro, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a), punti 1 e 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81” (G.U. Serie Generale n. 259 del 29/10/2021);
  • Inserita la circolare del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell’Interno prot. 14804 del 06/10/2021 ad oggetto “DM 1° settembre 2021 recante “Criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a) punto 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”. Primi chiarimenti”;
  • Inserita la circolare del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell’Interno prot. 15472 del 19/10/2021 ad oggetto “DM 2 settembre 2021 recante “Criteri per la gestione dei luoghi di Iavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, Iettera a), punto 4 e Iettera b) del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”. Primi chiarimenti”;
  • Sostituito il Decreto Direttoriale n. 6 del 14 febbraio 2020 con il Decreto Direttoriale n. 65 del 26 ottobre 2021 - Ventottesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71 comma 11 
  • Inserita la circolare del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell’Interno prot. 16700 del 08/11/2021 ad oggetto “DM 3 settembre 2021 recante “Criteri generali di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio per luoghi di Iavoro, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, Iettera a), punti 1 e 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”. Primi chiarimenti”;
  • Inserita la circolare INL n. 3/2021 del 09/11/2021, avente ad oggetto: D.L. n. 146/2021 - nuovo provvedimento di sospensione ex art. 14 D.Lgs. n. 81/2008 - prime indicazioni;
  • Inserita la circolare INL n. 4/2021 del 09/12/2021, avente ad oggetto: decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146 - “Disposizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” - Allegato I del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (TUSL); 
  • Inserite le modifiche agli artt. 7, 8, 13, 14, 18, 19, 26, 37, 51, 52, 55, 56, 79, 99 e all’Allegato I, introdotte dal Capo III “Rafforzamento della disciplina in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” del Decreto-Legge 21 ottobre 2021, n. 146 recante “Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili” (GU Serie Generale n. 252 del 21/10/2021) convertito con modificazioni dalla Legge 17 dicembre 2021, n. 215 (G.U. Serie Generale n. 301 del 20/12/2021). 

 

L'intero documento D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Rev. Gennaio 2022  è disponibile nella versione aggiornata a questo link

Sono presenti 3 commenti alla notizia

Alberto Gicchi
11 gen 2022 alle 12:52

Finalmente hanno reso disponibile la nuova revisone.... grazie per averla condivisa

Utente Necsi Thomas Ronzan
11 gen 2022 alle 12:47

Le novità introdotte sulla figura del preposto a mio avviso avranno un impatto forte sulla gestione della sicurezza nelle aziende.
Può essere una opportunità per dare ancora maggiore concretezza alle azioni di prevenzione che si mettono in campo.
Speriamo che si riesca ad approfittare di questa occasione.

Antonio
14 gen 2022 alle 19:34

Finalmente è uscito il testo coordinato

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.