10 dic 2020

397 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



ECHA | Restrizioni UE per la riduzione dell’inquinamento da microplastiche




Da parte del Comitati per l’analisi socioeconomica arriva all’Agenzia europea ECHA un importante parere riguardo una proposta di restrizione per vietare le microplastiche in prodotti come cosmetici, detergenti, fertilizzanti e che potrebbe portare al divieto del suo utilizzo all’interno di campi sportivi in erba artificiale.

Questa proposta mira a impedire il rilascio nell’ambiente di più di 500 mila tonnellate di microplastiche nei prossimi 20 anni.

Il direttore esecutivo ECHA, Bjorn Hansen afferma che “Dobbiamo proteggere il nostro ambiente dall'inquinamento microplastico e questa proposta di restrizione è la più completa del suo genere al mondo. Abbiamo ora concluso la nostra valutazione scientifica e tecnica e fornito le nostre raccomandazioni su come affrontare al meglio i rischi. Ciò contribuirà al processo decisionale nella Commissione europea e agli obiettivi della strategia dell'UE sulla plastica.” Si tratta di una proposta che mira a vietare all’interno del mercato europeo l’uso dei prodotti che contengono microplastiche aggiunte intenzionalmente nel caso in cui queste microplastiche possano essere diffuse nell’ambiente durante l’utilizzo del prodotto.

Stiamo parlando di prodotti che vanno dalla cosmesi alla pulizia di ambienti, dal bucato ai fertilizzanti fino a prodotti come vernici e inchiostri.

Il parere del SEAC riguardo questa importante proposta sarà disponibile sul sito di ECHA a partire dal 2021, mentre il parere del comitato e le FAQ sono già disponibili a questo link.

I prossimi step

Una volta completato l’iter dei pareri delle varie commissioni ECHA invierà la proposta alla Commissione Europea che procederà alla votazione con gli Stati Membri e all’esame del Consiglio e del Parlamento Europeo.

Ad oggi sono più di 40 mila le tonnellate di microplastiche che, costantemente, finisco nell’ambiente quando vengono utilizzati prodotti che le contengono e il mercato risulta in estrema crescita.

La principale fonte di inquinamento di questo tipo risultano essere i materiali di riempimento granulare utilizzato sui campi sportivi in erba sintetica che contribuiscono ad emettere ben 16.000 tonnellate di microplastiche all’anno.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.