12 giu 2018

114 visite


Iscriviti QUI
ad Aliseo News


La newsletter tecnica
GRATUITA
su salute e sicurezza
nei luoghi di lavoro

ISCRIZIONE



REACH | I primi dati dagli stati membri




Sono stati pubblicati da ECHA i primi dati riguardanti le prime registrazioni delle sostanze entro la deadline del 31 maggio 2018.

Risulta che 5.435 sono le aziende che hanno risposte tempestivamente alla scadenza e che sono stati prodotti 33363 fascicoli 28323 dei quali completati.

Sono coinvolte (parlando di volumi 1-100tonnellate anno) oltre 11mila sostanze e di queste quasi 7mila sono le sostanze registrate per la prima volta. Come di consueto il picco degli accessi per la registrazione si è visto nei giorni successivamente precedenti alla scadenza. Andando più nel dettaglio, le aziende di grandi dimensioni che si sono approcciate alla registrazione sono state 3964, 1514 le PMI. Gli importatori sono stati 12223, rappresentanti esclusivi 8126 e 6477 fabbricanti. I produttori e importatori sono stati poco meno di 1500 (1486).

Dando un’occhiata a livello europeo, l’Italia si posiziona al quarto posto in base a numero di registrazioni inviate, completate e numero di sostanze registrate.

Al primo posto la Germania con 8647 registrazioni inviate e 4443 sostanze; staccate di più del doppio Regno Unito, e Francia che precedono il nostro paese nella top ten. A ruota seguono Olanda, Spagna, Belgio, Irlanda, Svezia e Ungheria.

Volgendo lo sguardo alle sostanze si nota che quella più registrata è l’Etanolo (211) seguito dal Propano-1,2-diol (166) e dal Biossido di silicio (137).

 

Per visionare l’elenco completo dei dati delle registrazioni Reach al 31 maggio 2018 visita questo link.

Aggiungi un commento alla notizia





SIAMO A TUA DISPOSIZIONE

Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato.

Ti daremo tutte le informazioni
di cui hai bisogno!