12 nov 2020

522 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



RISCHIO FULMINAZIONE | Cosa è già cambiato e cosa cambierà in futuro




L'aggiornamento normativo della norma CEI 81-30 riguardante la valutazione del rischio di fulminazione, abrogata il 1° giugno scorso, impone che tale valutazione debba ora essere effettuata in accordo con le norme CEI EN 62305-2 (CEI 81-10/2) e con la CEI EN IEC 62858 (CEI 81-31).

Con l'abrogazione della CEI 81-30 viene persa anche la modalità di ottenimento dei valori Ng, cioè il numero di fulmini a terra all'anno e al kilometro quadrato.

Tale valore è un parametro fondamentale per il calcolo del rischio relativo al fulmine in una struttura. Si ricorda che l'obbligo di tale valutazione deriva dal D.Lgs. 81/08. Per questi motivi, per calcolare il rischio fulminazione, rifacendosi alle norme sopracitate, è possibile utilizzare dei database validati da cui si può ricavare il valore in oggetto come già lo si faceva in precedenza. La novità sostanziale tra la 62858 e la 81-30 è il periodo di osservazione e l'anzianità dei dati richiesti. La nuova norma esige un periodo di 10 anni e che i dati non siano più vecchi di 10 anni. La conseguenza è che il valore Ng è necessario subisca un aggiornamento almeno ogni quinquennio e con esso svolgere le considerazioni che seguono.

I due scenari che si aprono sono due:

  1. Il nuovo valore è minore del precedente e di conseguenza non vi può essere un incremento del rischio. In tal caso si ritiene comunque opportuno redigere una dichiarazione che conferma la validità del documento esistente.
  2. Il nuovo valore è maggiore del precedente. Qui è necessario verificare di quanto si incrementa il rischio riproporzionando R vecchio in base al rapporto (Ng nuovo/Ng vecchio) per poi confrontarlo con quello limite Rt.

 

È quindi necessario e doveroso porsi il quesito se la propria valutazione del rischio fulminazione attuale sia in linea con le nuove direttive o se necessiti di una rivisitazione alla luce delle modifiche sopracitate.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.