15 lug 2015

1049 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



Bando ISI INAIL 2014: 267 milioni di euro assegnati a 3.434 progetti




Sono 3.434 i progetti ammessi al finanziamento del Bando ISI INAIL 2014, con il quale l'Inail ha messo a disposizione delle imprese oltre 267 milioni di euro, per sostenere la realizzazione di interventi di prevenzione e l'adozione di modelli organizzativi orientati alla sicurezza.

Gli incentivi sono stati assegnati lo scorso 25 giugno attraverso il "click day", la procedura telematica che ha visto pervenire all'Istituto quasi 23mila domande.

Il contributo anche quest'anno copre a fondo perduto fino al 65% dell'investimento previsto per ciascun progetto, fino a un massimo di 130mila euro, e sarà erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione e rendicontazione degli interventi.

L'analisi delle iniziative ammesse al finanziamento Inail conferma la prevalenza delle piccole e micro imprese fino a 15 dipendenti, pari al 75% del totale.

Al Nord d'Italia il 46% delle richieste

Dall'analisi delle domande, quasi la metà (46%) riguarda il Nord Italia (il 26% il Nord Ovest e il 20% il Nord Est) un terzo il Sud e le isole (33%), e poco più di un quinto il Centro Italia (21%).

Le prime cinque regioni per numero di progetti ammessi al contributo sono:

  • LOMBARDIA: 489 progetti ammessi per un importo complessivo di 41,7 milioni
  • LAZIO: 424 progetti ammessi per un importo complessivo di 32,9 milioni
  • VENETO: 273 progetti ammessi per un importo complessivo di 20,4 milioni
  • EMILIA ROMAGNA: 261 progetti ammessi per un importo complessivo di 20,6 milioni
  • TOSCANA: 257  progetti ammessi per un importo complessivo di 20,6 milioni

I principali settori di attività economica

La distribuzione dei progetti ammessi per tipo di attività economica mostra una prevalenza della costruzione di edifici (369 progetti per un importo complessivo richiesto di circa 31 milioni), della fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature (363 progetti per 31,2 milioni), dei lavori di costruzione specializzati (359 progetti per 26,4 milioni), delle coltivazioni agricole (296 progetti per 15,9 milioni) e del commercio all'ingrosso, escluso quello di autoveicoli e motocicli (203 progetti per 15,4 milioni).

I progetti di investimento più richiesti

L'86% degli investimenti in prevenzione ammessi al contributo Inail punta ad abbattere uno dei fattori di pericolo connessi all'ambiente di lavoro, in particolare attraverso:

  • l'acquisto di macchine per la movimentazione manuale di carichi che comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico (25%)
  • la bonifica da materiali contenenti amianto (23%)
  • la sostituzione di macchine per la riduzione del rischio rumore (14%) e di quello derivante dalle vibrazioni meccaniche (11%)

Il restante 14% degli interventi per la messa in sicurezza delle imprese mira invece alla riduzione delle principali cause di infortunio, come:

  • la ferita o taglio con oggetti appuntiti o taglienti (35%)
  • la ferita per contatto con materiale duro o abrasivo (25%)
  • lo sforzo fisico a carico del sistema muscolo-scheletrico (22%)

[Articolo tratto dal sito www.inail.it]

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.