21 giu 2022

170 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



ECHA | Suggerita la gestione immediata del rischio per 300 sostanze nocive




Da Helsinki è stato pubblicato il quarto rapporto ECHA riguardante la strategia di regolamentazione integrata la quale, oltre a mostrare i progressi effettuati nell’accelerare il ritmo con cui vengono identificate le sostanze, sottolinea come 300 sostanze chimiche, vista la loro pericolosità, necessitano di una gestione del rischio immediata.

Nel solo 2021 sono state completate valutazioni per oltre 1900 sostanze chimiche, gran parte delle quali sono state raggruppate in base alla loro somiglianza strutturale, andando ad aumentare del 30% il numero di sostanze processate. 300 di queste sostanze richiedono misure di gestione del rischio immediato, le 800 rimanenti necessitano di più dati per essere etichettate o meno come nocive, ma si stima che di queste 800 350 in futuro avranno bisogno di un’attenzione particolare nella gestione del rischio.

“Da quando le valutazioni di gruppo sono diventate al centro dell'attenzione” – scrive ECHA nel proprio sito – “dal 2019 alla fine del 2021 sono state valutate in totale circa 3 800 sostanze, di cui 134 ftalati e sostanze simili agli ftalati e 148 bisfenoli. Il primo lotto di 19 valutazioni di gruppo è stato pubblicato alla fine del 2021 e riguardava più di 450 sostanze.

Circa il 25 % delle sostanze valutate richiede un'ulteriore gestione del rischio. Alcuni devono essere limitati e sono stati inclusi nella Restrictions Roadmap della Commissione europea. Le valutazioni continueranno ad alimentare la tabella di marcia e contribuiranno direttamente agli obiettivi della strategia dell'UE in materia di sostanze chimiche per la sostenibilità e del Green Deal.”

Il 75% delle restanti sostanze non necessitano, attualmente, di azioni normative poiché a basso rischio, il potenziale di esposizione è limitato o sono già in atto misure di gestione del rischio.

 

La relazione effettuata da ECHA evidenzia, inoltre, un forte aumento delle sostanze che necessitano di classificazione ed etichettatura armonizzate, triplicandosi nel 2021 rispetto all’anno precedente.

 

DOCUMENTI DISPONIBILI:

Rapporto annuale ECHA

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.





Together for safety necsi group