23 gen 2020

424 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



NUOVE TECNOLOGIE | Arriva Sense Risc, la maglietta che previene gli infortuni grazie alla wearable technology




La wearable technology ossia la tecnologia indossabile, sta diventando oggi un argomento sempre più attuale che si sta facendo spazio anche nel mondo della sicurezza nei luoghi di lavoro; un esempio su tutti sono gli esoscheletri, strutture indossabili in grado di sostenere fisicamente il lavoratore durante determinati compiti.

Oggi vi parliamo di una tecnologia che, realmente, si può definire indossabile: Sense Risc. Si tratta di un progetto di ricerca al quale ha partecipato INAIL insieme a Sapienza Università di Roma, Università Campus Bio-Medico di ROMA, Università di Pisa, la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e la Fondazione Don Carlo Gnocchi, progetto nel quale è stata ideata una T-Shirt “intelligente” che potenzialmente è in grado di rendere più sicuro il lavoratore. La maglietta, ad alta indossabilità e ad alto contenuto tecnologico è in grado di monitorare l'andamento del respiro, la cadenza del passo, i movimenti della gabbia toracica raccogliendoli istantaneamente in un sistema di raccolta ed elaborazione dei dati.

Il primo esperimento della nuova tecnologia indossabile di Sense Risc è avvenuto lo scorso 31 Dicembre a Roma durante la gara podistica Atleticom We Run Rome 2019 nella quale tre atleti hanno indossato la maglietta progettata in collaborazione con INAIL i quali hanno fatto registrare i propri dati biomedici a Sense Risc per poi rianalizzarli alla fine della competizione.

Visualizza il video della prova di Sense Risc

 

L'applicazione della wearable technology nel campo della Sicurezza sul Lavoro.

L'obiettivo del progetto “Sense Risc” finanziato da INAIL, la cui naturale conclusione è prevista per il termine del 2021, mira allo sviluppo di veri e propri abiti “intelligenti” in grado cioè di monitorare costantemente i dati biomedici del lavoratore al fine di prevenire situazioni di pericolo.

Come è ben chiaro, l'obiettivo è quello di costruire dei veri e propri dispositivi di protezione individuale e riduzione del rischio negli ambienti di lavoro.

L'applicazione di algoritmi specifici combinati alle proprietà intrinseche dei materiali con cui verranno realizzati questi indumenti permetteranno quindi di avere un monitoraggio costante della situazione in cui sta operando il lavoratore, “sviluppando capacità metamorfiche” – come spiega Carlo De Pretis, responsabile del Dipartimaneot Inail Innovazioni tecnologhiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamento antropici – “vale a dire reagire alla presenza di determinati fattori ambientali di carattere fisico, chimico e biologico e in qualche modo ricondizionare l'abito in maniera tale da rendere più confortevole la fisiologia del lavoratore in determinati contesti lavorativi”.

 

Parliamo di una tecnologia che, se implementata in maniera corretta e funzionale, avrà sicuramente un impatto estremamente positivo nella Salute e Sicurezza nel mondo del Lavoro, ambiente il quale sta lentamente, ma costantemente, spostandosi verso una rivoluzione della wearable Technology.

Approfondisci il progetto Sense Risc a questo link

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.