25 lug 2018

898 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



GUIDA INAIL | Lavori su impianti elettrici in bassa tensione




Il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti atropici dell'istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, ha prodotto un'interessante guida relativa ai lavori su impianti elettrici in bassa tensione.

Con il d.lgs. 81/2008 e delle conseguenti norme CEI 11-27, IV edizione e CEI EN 50110-1:2013 i datori di lavoro hanno accesso a tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori sugli impianti elettrici in oggetto. Il Documento redatto da INAIL è di sicuro interesse per quanti si occupano dell'utilizzo, della manutenzione o delle verifiche dei sistemi elettrici e non di meno a quanti svolgono la propria attività nei pressi degli stessi anche se la loro mansione non prevede che questi entrino in contatto con detti impianti.

INAIL ha preso parte attiva all'evoluzione della normativa in questione e svolge tutt'ora un'attività di ricerca e di formazione sulla valutazione del rischio in tale campo; la guida che viene presentata ha lo scopo di:

  1. introdurre e approfondire le disposizioni legislative e normative
  2. riportare esempi e procedure per la sicurezza dei lavoratori.

 

Considerazioni su manutenzione, verifiche, misure, prove e ricerca guasti.

A titolo meramente esemplificativo e da ritenersi non esaustivo, riportiamo un estratto del compendio INAIL relativamente alla manutenzione, verifiche, misure, prove e ricerca guasti su impianti elettrici a bassa tensione.

Definizioni:

Misure: (punto 5.3.1.1, CEI En 50110-1)

Operazioni svolte per misurare parametri fisici all'interno dell'impianto elettrico. Le misure comportano l'accertamento di valori mediante l'uso di strumenti elettrici adeguati e sicuri.

Prove: (punto 5.3.2.1, CEI En 50110-1)

Operazioni sull'impianto elettrico destinate al controllo del funzionamento di un componente o al controllo dello stato elettrico, meccanico o termico di un componente. Comprendono anche le operazioni per il controllo dell'efficacia dei circuiti di protezione e di sicurezza. Le prove possono comprendere misure.

 

Secondo la CEI En 50110-1 e la CEI 11-27 le misure e/o le prove in presenza di rischio elettrico devono essere eseguite:

  • solo da PES o PAV o,
  • da PEC sotto la supervisione di PES, o
  • da PEC sotto la sorveglianza di PES o PAV.

 

Quando si effettuano prove usando una sorgente di alimentazione esterna, si devono prendere le necessarie precauzioni per assicurare che:

  • l'impianto sia sezionato da tutte le sorgenti di possibile normale alimentazione;
  • l'impianto non possa essere rimesso in tensione da qualsiasi altra sorgente di alimentazione diversa da quella esterna in uso;
  • durante le prove siano attuate misure di sicurezza contro il rischio elettrico per tutto il personale presente;
  • i punti di separazione abbiano caratteristiche di isolamento adeguate per sopportare l'applicazione simultanea della tensione di prova da una parte e di quella di esercizio dall'altra.

Le verifiche

Una verifica è articolata in un esame della documentazione (schemi elettrici e specifiche d'impianto) e in un esame sul campo.

L'esame sul campo comprende due momenti:

  • esame a vista;
  • misure e/o prove.

Manutenzione

Scopo della manutenzione è quello di mantenere l'impianto elettrico nelle condizioni prescritte. La manutenzione può consistere in manutenzione preventiva (programmi di lavoro con l'intento di prevenire interruzioni e di mantenere le apparecchiature in buone condizioni) e in manutenzione correttiva (lavoro attuato per riparare o sostituire parti difettose).

 

Predisposizione di procedure operative

Le attività di manutenzione, verifica, misura, prova e ricerca di guasti si eseguono:

  • sistematicamente (a intervalli di tempo prefissati, ad esempio quelli previsti per le verifiche e i controlli);
  • al verificarsi di condizioni particolari (al verificarsi di un evento, ad esempio un guasto).

 

L'attività di ricerca dei guasti può essere influenzata da alcuni fattori:

  • l'imprevedibilità del guasto;
  • l'ignoranza di quale sia il guasto;
  • l'urgenza.

Per la consultazione completa del documento scarica la guida a questo link.

È presente un commento alla notizia

cristiano
25 lug 2018 alle 14:16

grazie molto utile

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.