25 ago 2005

1027 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



SCADENZARIO: Settembre 2005




01/09/2005 Olio combustibile e altri distillati pesanti del petrolio per impianti di combustione per uso civile

Scade il termine entro il quale è consentito utilizzare, negli impianti termici non inseriti in un ciclo di produzione industriale, oli combustibili e altri distillati pesanti di petrolio ex art. 6, comma 1, lettera m). D.P.C.M. 8 marzo 2002. La scadenza riguarda, in particolare, gli impianti termici non destinati in un ciclo di produzione industriale che, alla data di entrata in vigore del D.P.C.M. 8 marzo 2002, funzionavano, in ragione delle loro caratteristiche costruttive, a olio combustibile o ad altri distillati pesanti di petrolio utilizzando questi combustibili in misura pari o superiore al 90% in massa del totale dei combustibili impiegati durante l'ultimo periodo annuale di esercizio, individuato dall'art. 9, D.P.R. n. 412/1993 e successive modificazioni. Le condizioni di esercizio devono risultare dalla compilazione iniziale del libretto di impianto o di centrale ex D.P.R. n. 412/1993 o da successive annotazioni al libretto, comunque anteriori allâ??entrata in vigore del D.P.C.M. 8 marzo 2002, e da documenti comprovanti acquisti periodici di olio combustibile o di altri distillati pesanti di petrolio con contenuto di zolfo non superiore allo 0,3% in massa. (Art. 8, comma 2, D.P.C.M. 8 marzo 2002)

01/09/2005 Combustibili solidi per impianti di combustione per uso civile

Scade il termine fino al quale è consentito usare, negli impianti termici non inseriti in un ciclo di produzione industriale nonché negli ulteriori impianti di cui all'art. 2, comma 2, D.P.C.M. 8 marzo 2002 (impianti destinati a climatizzazione o riscaldamento di ambienti, riscaldamento di acqua calda per utenze civili, cucine, ecc., lavaggio biancheria e simili, forni da pane, mense, ecc.), i combustibili solidi indicati all'art. 10, comma 1, D.P.C.M. citato (agglomerati di lignite, carbone da vapore, coke metallurgico e da gas, antracite e prodotti antracitosi e miscele, tutti rispondenti alle caratteristiche tecniche indicate in Allegato I, punto 4, D.P.C.M. medesimo). La scadenza riguarda in particolare gli impianti termici sopra indicati che, alla data di entrata in vigore del D.P.C.M. 8 marzo 2002, funzionavano già con i citati combustibili. Le condizioni di esercizio devono risultare dalla compilazione iniziale del libretto di impianto o di centrale ex D.P.R. n. 412/1993 o da successive annotazioni al libretto, comunque anteriori all'entrata in vigore del D.P.C.M. 8 marzo 2002, e da documenti comprovanti acquisti periodici di questi combustibili. (Art. 10, comma 1, D.P.C.M. 8 marzo 2002)

15/09/2005 Accentramento INAIL: assicurazione infortuni sul lavoro

Il 15 settembre 2005 scade il termine entro il quale il datore di lavoro interessato a ottenere l'autorizzazione di cui all'art. 11, D.M. 18 giugno 1988 e successive modifiche, per l'accentramento presso un'unica sede dell'INAIL delle posizioni assicurative concernenti lavori diversi da quelli a carattere temporaneo, deve presentare motivata istanza, corredata dalla copia del provvedimento di autorizzazione all'accentramento della tenuta del documenti di lavoro rilasciata dalla direzione provinciale del lavoro nella cui circoscrizione è ubicata la sede INAIL presso la quale si chiede l'accentramento (Art. 12, D.M. 18 giugno 1988; D.M. 24 febbraio 1988)

15/09/2005 Energia: tasse e tariffe

Il 15 settembre 2005 scade il termine entro il quale i soggetti esercenti il servizio di pubblica utilità nel settore dell'energia elettrica e del gas devono comunicare al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Direzione centrale per la riscossione, gli elementi dell'avvenuto versamento dell'onere derivante dall'istituzione e dal funzionamento dell'Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità del settore (Autorità per l'energia elettrica e il gas). In particolare dovranno essere comunicate le informazioni concernenti la data in cui è stato effettuato il pagamento, le modalità di pagamento (se presso tesoreria o attraverso bollettino di conto corrente postale) e l'indicazione dell'eventuale tesoreria presso la quale è avvenuto il pagamento (Art. 1, commi 1 e 2, D.M. 12 gennaio 1999; D.M. 12 luglio 1996; D.M. 29 luglio 1997)

15/09/2005 Denuncia infortuni settore estrattivo

Entro il 15 settembre 2005 il "titolare" ex. art. 2, comma 1, lettera b), D.Lgs. 624/1996, deve trasmettere all'autorità di vigilanza un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni (Art. 25, comma 8, D.Lgs. 25 novembre 1996, n° 624)

SCADENZA MENSILE

30/09/2005 Scadenza 1' bando di Fondoprofessioni per la formazione dei dipendenti

Scadono i termini per la presentazione di piani e progetti per l'ottenimento dei finanziamenti della formazione ai dipendenti.

 

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.