15 giu 2005

1130 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



Rischio vibrazioni: lo schema di decreto e' pronto per il 6 Luglio




E' stato reso noto questo mese lo schema di decreto legislativo, in attuazione della direttiva 2002/44/CE, che stabilisce le prescrizioni minime di sicurezza e salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dalle vibrazioni.

ISSATI I VALORI LIMITE

Il documento, approvato dal Governo il 20 maggio 2005 e in attesa dei pareri competenti, fissa i valori limite di esposizione e valori di azione giornalieri per le vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio e per le vibrazioni trasmesse al corpo intero.

Per le prime il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, è fissato in 5 m/s2, mentre tale limite per le vibrazioni trasmesse al corpo intero è fissato a 1,15 m/s2. I valori limite di azione sono invece fissati rispettivamente a 2,5 m/s2 e a 0,5 m/s2.

Sono previste deroghe e proroghe per alcune categorie (vd. art. 9 - art. 13) L'allegato al provvedimento indica inoltre le modalitàdi valutazione e di misurazione dell'esposizione alle vibrazioni.

OBBLIGHI NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI

I lavoratori esposti a vibrazioni, ai sensi degli art. 21 e 22 del D.Lgs 626/94, devono essere formati ed informati adeguatamente sulla base della valutazione dei rischi. Il nuovo provvedimento, all'art.6, indica i contenuti sui quali dovrà essere rivolta particolare attenzione:

  • misure adottate volte ad eliminare o a ridurre al minimo i rischi derivanti dalle vibrazioni meccaniche;
  • valori limite di esposizione e valori di azione;
  • risultati delle valutazioni delle misurazioni delle vibrazioni meccaniche effettuate in applicazione dell'art. 4 e le potenziali lesioni derivanti dalle attrezzature di lavoro utilizzate;
  • utilità  e modo di individuare e di segnalare i sintomi e le lesioni;
  • circostanze nelle quali i lavoratori hanno diritto alla sorveglianza sanitaria;
  • procedure di lavoro sicure per ridurre al minimo l'esposizione a vibrazioni meccaniche.

 TERMINI

La direttiva europea dovrebbe essere recepita dagli Stati membri entro il 6 luglio 2005.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.