30 mar 2021

226 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INL | Le linee programmatiche dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro




Attraverso la pubblicazione del Documento di programmazione della vigilanza per il 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro rende disponibile le proprie linee programmatiche per l’anno in corso, in continuità con il precedente diffuso a metà 2020.

Come presentato dallo stesso Direttore dell’INL, Leonardo Alestra, il futuro del lavoro presenta un orizzonte quantomai incerto dovuto principalmente alla persistenza dell’emergenza pandemica. La situazione nella quale sono calate le imprese italiane porta al timore che il timore è quello legato ad un aumento del cosiddetto “lavoro sommerso”, al quale però va ad aggiungersi un mutamento dei comportamenti e delle abitudini sociali dovute, appunto, alle necessita della lotta all’epidemia.

Pe quanto riguarda le linee programmatiche dell’Ispettorato riguardo alla sicurezza sul lavoro, INL pone una grande attenzione ai rischi emergenti nati con l’espandersi del cosiddetto lavoro agile. Tali rischi si evidenziano in un rinnovato uso delle tecnologie informatiche e dell’AI. Necessita poi di essere ampiamente perfezionato il profilo prevenzionistico dedicato ai lavoratori fragili.

Particolare attenzione verrà posta, in fase di contrasto agli illeciti sostanziali, alla tutela della genitorialità e delle categorie più vulnerabili dei lavoratori. Viene poi riconosciuta l’importanza dell’attività di monitoraggio e approfondimento dei rischi psicosociali delle categorie di lavoratori maggiormente esposti così come una specifica attenzione ai disturbi muscolo-scheletrici in concerto con l’attività della campagna europea 2020-2022 “Alleggeriamo il carico”.

Verranno poi sviluppate strategie e piani per la vigilanza coordinata nei settori caratterizzati da un alto grado di rotazione dei lavoratori o con contratti di lavoro temporanei con esposizione a condizioni di lavoro pericolose, come ad esempio l’esposizione a sostanze pericolose, così come alle radiazioni ionizzanti.

Buona parte delle linee programmatiche sono poi dedicate alla vigilanza per la lotta al COVID 19 con interventi dedicati a carattere informativo, buone prassi e l’attivazione di vigilanze dedicate a quei settori merceologici presentano un’elevata concentrazione di lavoratori nel luogo di lavoro.

Per la lettura completa del documento dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro lasciamo al lettore la consultazione a questo link

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.