31 ott 2019

213 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



DDL SICUREZZA | Istituzione di una Commissione di inchiesta




È stato presentato al Senato della Repubblica Italiana un Disegno di Legge relativo alla proposta per l’istituzione di un Commissione parlamentare di inchiesta sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

In particolare, un Comunicato ufficiale del Senato, in data 24 ottobre, sottolinea come la proposta riporti alla luce (se ce ne fosse bisogno) la necessità di intensificare gli sforzi per combattere infortuni e malattie professionali ponendo forte attenzione alle famiglie delle vittime, alle cause degli infortuni e all’incidenza economica che gli infortuni hanno su famiglie, aziende e Servizio sanitario nazionale.

In particolare – riportiamo direttamente dal testo del Disegno di Legge – la Commissione che si andrebbe a costituire (formata da 20 senatori) avrebbe come compiti l’accertamento di:

  • l’entità dello sfruttamento del lavoro con particolare riguardo agli strumenti di prevenzione e repressione;
  • l’entità della presenza dei minori, con particolare riguardo ai minori provenienti dall’estero e alla loro protezione ed esposizione a rischio;
  • l’incidenza del fenomeno della presenza di imprese controllate direttamente o indirettamente dalla criminalità organizzata, nonché il rispetto della normativa in caso di appalti e subappalti con specifico riguardo ai consorzi, al fenomeno delle cooperative di comodo, alle reti di impresa e ai siti produttivi complessi, con particolare evidenza ai settori sensibili come edilizia e logistica;
  • la congruità delle provvidenze previste dalla normativa vigente a favore dei lavoratori o dei loro familiari in caso di infortunio sul lavoro;
  • l’idoneità dei controlli da parte degli organi di vigilanza sull’applicazione delle norme antinfortunistiche;
  • la dimensione e la gravità degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, con particolare riguardo alla tutela delle vittime e delle loro famiglie;
  • le cause degli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alla loro entità nell’ambito del lavoro nero o sommerso e del doppio lavoro;
  • l’incidenza complessiva del costo degli infortuni sul lavoro sulla dimensione familiare dei lavoratori, sulla produttività delle imprese, sul Servizio sanitario nazionale e sul sistema economico;
  • eventuali nuovi strumenti legislativi e amministrativi da proporre al fine della prevenzione e della repressione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali;
  • l’incidenza e la prevalenza del fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in ragione dell’età e del luogo di residenza delle vittime, attraverso lo svolgimento di appropriate analisi.

 

Sono presenti 2 commenti alla notizia

Gianni
31 ott 2019 alle 15:30

Se invece di produrre l'ennesima commissione di studio e analisi
rafforzassimo le strutture preposte alla vigilanza (i servizi delle ASL e non l'ispettorato del lavoro come si continua erroneamente a dire in televisione e sui giornali)

Pier Giuseppe
31 ott 2019 alle 16:19

concordo col Sig Gianni. E quale di questi ben 20 (forse un po troppi, oltre i 3-5) senatori.. sarà competente ed esperto in materia? O serviranno poi deleghe (a consulenti tecnici, con ulteriori spese) anche questi scelti con quale criterio e con quale competenza?.. visti i molteplici settori di interesse della safety. Sarebbe bello partecipare a questi incontri, e lo propongo in modo costruttivo e perchè sia credibile e coerente l'attività di governo. Ho personalmente partecipato ad attività in Commissione UE per macchine CE, settori ad "alto rischio" e ho 30 anni di esperienza. Buon lavoro

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.