Adeguamento macchine e linee di produzione

Age Risk
Assessment

VALUTAZIONE DEI RISCHI E INVECCHIAMENTO DELLA FORZA LAVORO

Placeholder

IL SERVIZIO

L'invecchiamento della popolazione è un fenomeno abbastanza lento e prevedibile per poter adottare le misure adeguate a ridurre l'impatto sul lavoro.

Stiamo assistendo ad un forte cambiamento nelle caratteristiche demografiche della popolazione a livello sia globale, che internazionale che nazionale. Ne derivano una serie di domande e di richieste da parte del mondo del lavoro.

Da queste richieste, scaturisce la necessità di iniziare a sperimentare nuove metodologie per analizzare il fenomeno e poterlo controllare all'interno delle attività lavorative. Per contro, di fatto, non è effettivamente presente un metodo solido ed univoco di analisi di tali problematiche.

Attualmente, nonostante le valutazioni dei rischi si dovrebbero tutte orientare verso la possibilità di effettuare una valutazione del rischio suddivisa per età e genere, di fatto solo il Metodo Niosh per la Valutazione del Rischio da Movimentazione Manuale di Carichi offre la possibilità di ridurre la tolleranza sui carichi e sul rischio a partire generalmente dall'età anagrafica di 45 anni (differenziando quindi le fasce di rischio in under 45 - fino a 18 anni anagrafici - ed over 45 - compresi anche gli under 18).

Al fine di meglio procedere con l'identificazione delle criticità aziendali, è necessario avere ben chiaro ogni sfaccettatura dell'organizzazione lavorativa aziendale, effettuando un preciso censimento di ogni attività lavorativa (analisi ergonomica classica) alle quali poi associare le relative mansioni. Il censimento così effettuato, rende automaticamente più evidente - in funzione delle età anagrafiche degli addetti - quali possono essere le attività "Age Critical".




INQUADRAMENTO NORMATIVO

L'articolo 28 del D.Lgs. 81/2008 al comma 1, fa riferimento all'obbligo non delegabile del Datore di Lavoro alla valutazione di tutti i rischi, compresi quelli dell'età e del genere che, in riferimento non solo alle caratteristiche fisiche, ma anche all'esperienza e alla formazione, diventa un fattore rilevante nella redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

Oltre a ciò, va precisato che, non esiste una legislazione che definisca un limite massimo d'età: questo ci fa capire che la figura del lavoratore ha delle caratteristiche molto variabili, sia a livello fisico che a livello psicologico, di esperienza, formazione e consapevolezza.

Per queste ragioni, può risultare fondamentale agganciare alla fine di ogni valutazione dei rischi specifici (per esempio agenti fisici, chimici, ergonomici, stress lavoro-correlato) anche la relativa valutazione del rischio dovuto all'invecchiamento anagrafico degli addetti esposti a quel determinato rischio.


IL NOSTRO PERCORSO

Valutazione del rischio e individuazione dell'Indice WAI (Work Ability Index) per il calcolo dell'Indice di Invecchiamento (RA - Rischio "Age")

L'obiettivo, quindi, diventa definire i nuovi rischi emergenti accentuando quelli esistenti. Ciò è facilmente ottenibile partendo in primis dalle analisi che già identificano in modo chiaro e dettagliato i rischi nel loro contesto, anche associati all'aumento anagrafico dell'età

Questi aspetti comportano la collaborazione di diverse figure, le quali devono concorrere con le loro competenze. Nello specifico:

  • il datore di lavoro ed il servizio SPP;
  • gli enti di formazione;
  • i medici competenti e gli specialisti del settore medico, per definire i sintomi e i pericoli a cui i lavoratori sono esposti.

Considerata quindi la crescita dell'età anagrafica della forza lavoro, è possibile adottare uno specifico modello (applicato direttamente sui livelli di rischio individuati nel DVR) in grado di tenere conto dell'invecchiamento della popolazione lavorativa.

Abbiamo individuato un metodo di valutazione del rischio invecchiamento della popolazione lavorativa (RA - Rischio "Age"), che sfrutta un metodo già da tempo conosciuto - e recentemente ri-validato (Sobhan et al. 2016) - per consentire ai dipendenti di una società di autocertificare la propria "Capacità al Lavoro" (Work Ability Index - Tuomi et al. 1998), sulla base delle risposte ad una serie di domande divise in sette macro-categorie.


LE FASI IN CUI SI ARTICOLA IL SERVIZIO

  • ANALISI PRELIMINARE SULL'ETÀ DEI LAVORATORI
  • SOMMINISTRAZIONE QUESTIONARI WAI
  • CALCOLO DELL'INDICE INVECCHIAMENTO RA
  • MISURE DI PREVENZIONE, CONTROLLO E MONITORAGGIO

Analisi congiunta con il Cliente per definire e progettare gli interventi di miglioramento

Sulla base della valutazione fatte, siamo in grado di proporre una serie di soluzioni innovative per la RIPROGETTAZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO.

Il nostro lavoro è svolto in chiave lean al fine di poter valutare, nella medesima ottica, quali sono i tutte le attività "a scarso valore aggiunto" nei cicli di lavoro. Ciò ci permette di intervenire sul miglioramento di tutte le attività - potenzialmente - in ottica di "Tempi e Metodi" (se presente in azienda la standardizzazione dei tempi-ciclo con analisi dei MUDA), anche tenendo conto dell'avanzamento dell'età anagrafica della popolazione lavorativa.

L'analisi delle soluzioni proposte viene valutata assieme all'Ufficio Tecnico del Cliente e con l'Ufficio Tempi e Metodi, al fine di progettare la migliore soluzione possibile sfruttando anche le rotazioni tra più postazioni di lavoro, identificando le più colpite e le meno colpite.

Tale lavoro di riprogettazione verrà fatto in modo da creare nuovi cronogrammi delle attività giornaliere, che possano rendere con il tempo tutte le postazioni di lavoro onerosamente più omogenee, tenendo conto: sia dell'età anagrafica, che del genere che delle caratteristiche biometriche specifiche di ogni lavoratore.

Realizzazione interventi di miglioramento

Siamo al tuo fianco nella scelta e nell'applicazione delle migliori soluzioni per la sicurezza nei vari settori industriali. Con il nostro team di operai altamente specializzati, siamo in grado di proporre e realizzare soluzioni pratiche anche ai problemi più complessi.


Formazione tecnica

  • Training on the job con percorsi personalizzati per addetti di produzione sulla base della riprogettazione delle postazioni di lavoro
  • Formazione tecnica specifica per uffici tecnici




SIAMO A TUA DISPOSIZIONE

Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato.

Ti daremo tutte le informazioni
di cui hai bisogno!