20 ott 2006

1472 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



SENTENZA | Infortunio in itinere e tragitto




Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un'insegnante alla quale il TAR della Puglia aveva negato il riconoscimento di un infortunio accaduto nel tragitto casa-lavoro come dipendente da "causa di servizio". [Sentenza n. 5603/06]

DETTAGLI

Il Consiglio di Stato ha dichiarato che l'incidente accaduto alla docente durante il tragitto per recarsi al lavoro è da considerarsi LEGATO A CAUSA DI SERVIZIO.

Questo anche indipendentemente dal fatto che l'insegnante abbia utilizzato l'auto privata in lugo dei mezzi pubblici e senza l'autorizzazione all'uso della stessa, poichè l'Amministrazione non aveva mai contestato il fatto.

La decisione vale anche se la vittima non stava eseguendo la professione al di fuori del Comune di residenza o in altri luoghi diversi dalla sede principale, su richiesta dell'Amministrazione, ma stava raggiungendo la sede ordinaria.

Il tribunale ha inoltre considerato irrilevante il fatto che il percorso non corrispondesse al "ragitto più breve": il criterio per stabilire l'ammissibilità del percorso seguito, infatti, dev'essere quello della "manifesta divergenza" dal percorso che unisce i punti di partenza e quello di arrivo, e non una semplice diversità da quello in astratto più breve o da quello seguito dai mezzi pubblici.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.





Together for safety necsi group