28 nov 2006

1188 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



SENTENZA | Omicidio colposo per gli infortuni causati dalla mancanza di strumenti di sicurezza




La Cassazione ha stabilito che il datore di lavoro risponde dell'infortunio mortale occorso ad un dipendente, se questi non ha a disposizione lo strumentario di sicurezza necessario a prevenire eventi lesivi che possono occorrere durante l'attività lavorativa.

Nel caso specifico la corte ha condannato per omicidio colposo il legale rappresentante di un istituto di vigilanza privata che non aveva fornito il giubbotto antiproiettile alla guardia giurata, rimasta uccisa durante una rapina.

La Corte ha sottolineato che il datore di lavoro ha "il dovere di accertarsi del rispetto dei presidi antinfortunistici."

Corte di Cassazione Penale - Sentenza n. 32286 del 4 luglio 2006

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.





Together for safety necsi group