07 lug 2023

1059 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



MACCHINE | Nuovo Regolamento Macchine: quando si applica e cosa cambierà




Dal Parlamento Europeo a Strasburgo è stato approvato il nuovo Regolamento Macchine che, a differenza della direttiva macchine 2006/42/CE, ha un impatto diverso sulle normative nazionali. A differenza della normativa antecedente che stabiliva un obiettivo dove i paesi membri UE dovevano raggiungere lasciando la libera scelta su come procedere, il nuovo Regolamento Macchine è un vero e proprio atto legislativo da applicare in tutti i suoi elementi e in tutta l’Unione Europea.

Di conseguenza, dopo l’approvazione ufficiale del Parlamento Europeo, pubblicando la normativa europea il 29 giugno 2023 nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, ha abrogato la direttiva macchine 2006/42/CE prima citata e la direttiva 73/361/CEE del Consiglio Europeo.

Il nuovo Regolamento Macchine

Il Regolamento Macchine si applica alle macchine, alle quasi-macchine e ai seguenti prodotti correlati:

  1. Attrezzature intercambiabili
  2. Componenti di sicurezza
  3. Accessori di sollevamento
  4. Catene, funi e cinghi
  5. Dispositivi amovibili di trasmissione meccanica

Invece, il nuovo regolamento, non si applica a:

  1. I componenti di sicurezza destinati ad essere utilizzati come pezzi di ricambio
  2. Le attrezzature specifiche per parchi giochi e divertimento
  3. Mezzi di trasporto per via aerea, su rete ferroviaria e per via navigabile (ad eccezione per macchine installate su tali mezzi)
  4. Armi
  5. Macchine e prodotti correlati progettati per utilizzo interno a impianti nucleari

A differenza della direttiva macchine attuale che è applicabile alle nuove macchine senza prendere in considerazione eventuali interventi di modifica, nel nuovo Regolamento Macchine si applica anche alle macchine che hanno subito modifiche come a seguire:

  1. Modifiche effettuate come mezzi digitali o fisici dopo che la macchina è stata messa sul mercato
  2. Modifiche non pianificate o previste dal fabbricante
  3. Modifiche che compromettano la sicurezza creando un nuovo pericolo o aumentando uno già esistente

Il nuovo Regolamento Macchine prende in considerazione anche Software, Intelligenza Artificiale e Cybersicurezza.

Le nuove tecnologie, come internet, intelligenza artificiale e robotica hanno posto nuove sfide in termini di sicurezza macchine: i mezzi digitali e i software svolgono un ruolo sempre più impattante nella progettazione delle macchine, dovendo così adattare la definizione di macchina:

“le macchine alle quali manca solamente il caricamento di software destinati all’applicazione specifica prevista dal fabbricante e che sono oggetto della procedura di valutazione della conformità di tali macchine. Inoltre, la definizione di componenti di sicurezza dovrebbe riguardare non soltanto i dispositivi fisici ma anche quelli digitali. Al fine di tenere conto del crescente ricorso ad esso come componente di sicurezza, il software che svolge una funzione di sicurezza ed è immesso in maniera indipendente sul mercato dovrebbe essere considerato un componente di sicurezza”

Inoltre, il software che svolgerà funzioni di sicurezza dovrà essere marcato CE e accompagnato dalla dichiarazione di conformità UE.

Infatti, in linea con il nuovo quadro legislativo, la dichiarazione CE di conformità viene sostituita nel nuovo Regolamento Macchine da una dichiarazione di conformità UE.

Leggi il nuovo Regolamento Macchine >

 

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.





Together for safety necsi group