07 set 2023

1110 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



BENESSERE DELLA PERSONA | Carta di Urbino




Con l’aumento delle malattie psicosomatiche e la riduzione delle prestazioni lavorative causato dallo stress legato al lavoro, la Psicologa del Lavoro Rosanna Gallo ricorda che nei luoghi di lavoro a volte si sperimentano situazioni di disagio e “spesso si sta male”.

La questione del benessere sul posto di lavoro viene discussa anche ai sensi della UNI ISO 45003:2021 “Gestione della salute e sicurezza sul lavoro - Salute e sicurezza psicologica sul lavoro - Linee di indirizzo per la gestione dei rischi psicosociali”, sulla quale è stata proposta una lunga intervista a Loredana Quaranta della Contarp Inail, svoltasi durante il Safety EXPO di Bergamo 2022.

Già qualche anno fa, l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro EU-OSHA ricordava nel documento “E-FACTS – Benessere sul Lavoro: Creare un Ambiente di Lavoro Positivo” che il “benessere” non è solo un aspetto essenziale per i lavoratori, ma costituisce anche un valore importante per le aziende stesse. Numerosi studi hanno dimostrato che “promuovere il benessere e la salute dei lavoratori migliora il clima aziendale e la produttività”, concetto che con l’invecchiamento della forza lavoro dovrebbe essere ulteriormente accentuato.

Tuttavia, benché sia stato riconosciuto come un tema importante, quello del benessere psicofisico del lavoratore è ancora un aspetto molto sottovalutato e ancor meno declinato in principi e criteri di cui tener conto; infatti, molti Codici Etici Aziendali ne sono carenti.

Nel tentativo di introdurre un miglioramento in tale argomento, l’Osservatorio Olympus presieduto dal professor Pascucci e dalla “Fondazione Rubes Triva”, ha creato la “Carta di Urbino per il benessere della persona che lavora”, che consiste in un documento d’intenti con lo scopo di promuovere il benessere dei lavoratori nei luoghi di lavoro, con l’indicazione delle relative modalità attuative e riferimenti normativi a livello internazionale. Attraverso 10 punti, la Carta sollecita una riflessione sulle problematiche ancora irrisolte della prevenzione, enunciando alcuni valori irrinunciabili per l’effettiva tutela della salute, della sicurezza e del benessere di chi lavora.

La Carta è stata presentata come idea il 2 marzo 2023 a Bilbao in una conferenza pubblica ed è stata poi ulteriormente approfondita e conclusa nella seconda edizione del “Festival internazionale della Salute e della Sicurezza sul lavoro” che è stato organizzato a Urbino dal 21 al 23 giugno 2023 e che ha avuto come tema principale il benessere organizzativo.

Chiunque si riconosca nei principi enunciati nella Carta: è invitato ad accoglierli e diffonderli, sottoscrivendolo al link:

https://www.fondazionerubestriva.info/CartaUrbino.aspx

Molti sono i soggetti privati e pubblici che hanno già sottoscritto la Carta, tra i quali uno di maggior peso, almeno per quanto riguarda le tematiche connesse alla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, è l’Ispettorato Nazionale del Lavoro che ha fatto conoscere la sua adesione già in una news pubblicata il 7 marzo 2023.

 

Per consultare la Carta di Urbino: https://www.necsi.it/ImgAliseo/Img_Notizie/2023/CartadiUrbino.pdf

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.





Together for safety necsi group