07 dic 2016

745 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



Antincendio: Norme tecniche per attività turistico-ricettive




Entrato in vigore a settembre 2016, il decreto 9 agosto 2016 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 196/2016, integra l'Allegato 1 del Decreto del Ministro  dell'interno  3  agosto 2015 e successive modificazioni, nella  sezione  V  «Regole  tecniche verticali»,  con il capitolo  «V.5  -  Attivita' ricettive turistico - alberghiere» con oltre 25 posti letto. 

 

Campo di applicazione 

Riportiamo l'articolo 2 che definisce il campo di applicazione del decreto

1. Le norme tecniche di cui all'art. 1 si  possono  applicare  alle attivita' ricettive turistico - alberghiere di cui all'allegato I del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n.  151,  ivi individuate con il numero 66,  esistenti  alla  data  di  entrata  in vigore del presente decreto ovvero per quelle di nuova realizzazione, ad esclusione delle strutture turistico - ricettive nell'aria  aperta e dei rifugi alpini. 
  2. Le norme tecniche di cui all'art. 1 si  possono  applicare  alle attivita' di cui al comma 1  in  alternativa  alle  specifiche  norme tecniche di prevenzione  incendi  di  cui  al  decreto  del  Ministro dell'interno del 9 aprile 1994, al decreto del Ministro  dell'interno del 6 ottobre 2003 e al decreto  del  Ministro  dell'interno  del  14 luglio 2015.

 

Scarica il decreto 9 agosto 2016

 

Impianti antincendio

A che punto si trova la tua azienda rispetto alla gestione del rischio incendio? I tecnici Necsi accompagnano la tua azienda ad analizzare la propria situazione rispetto ai seguenti adempimenti:

  • La valutazione del rischio incendio in tutti gli ambienti di lavoro;
  • Livello di attuazione delle misure di prevenzione, protezione attiva e protezione passiva;
  • Conformità alla regola d'arte delle protezioni attive e passive realizzate;
  • Espletamento degli adempimenti formali relativamente al controllo dell'attività da parte dei Vigili del Fuoco;
  • La gestione dell'emergenza;
  • Formazione, informazione ed aggiornamento;
  • Il sistema di gestione della manutenzione e dei controlli;

Il documento prodotto mette il Datore di Lavoro in condizione di capire a che punto di trova la propria azienda rispetto alla gestione del rischio incendio, stabilisce le priorità delle azioni da intraprendere.

Prenota un audit antincendio

 

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.