11 apr 2019

448 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INAIL | Dati su infortuni e malattie professionali del primo bimestre 2019




L'Istituto INAIL ha pubblicato i primi dati relativi agli infortuni e alle malattie professionali relativi al bimestre gennaio-febbraio 2019.

I dati danno la possibilità di verificare se, in qualche modo, ci sono delle differenze positive rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, contando che le cifre riportate sono ancora da ritenersi provvisorie.

Per quanto concerne le denunce di infortunio, il dato è purtroppo negativo in quanto sono state registrate tra gennaio e febbraio dell'anno corrente 100.290 denunce, ben quattromila in più rispetto allo stesso periodo del 2018.

L'aumento si riscontra sia per quanto riguarda i casi avvenuti direttamente sul luogo di lavoro (+2,8%), sia quelli in itinere che sono aumentati del 15%.

Per quanto riguarda gli infortuni relativamente alle varie tipologie di imprese i dati sono:

  • Industria e servizi: +2,6%
  • Agricoltura: +7,4%
  • Conto Stato +10%

Di seguito, invece la ripartizione regionale:

  • Nord Ovest +4,9%
  • Nord Est +5,2%
  • Centro +4,6%
  • Sud +1%
  • Isole +4,1%

Le regioni che fanno segnare il maggior aumento di denunce di infortunio sono Umbria, Marche, Sardegna e Basilicata che segnano tutte un aumento superiore al 10%, mentre le uniche regioni in diminuzione, seppur molto contenuta sono Valle d'Aosta, Calabria, Abruzzo e Puglia.

L'aumento si registra sia per quanto riguarda gli uomini (+3,7%) sia le donne (+5,5%)

 

Parlando, invece, di casi mortali, si registra un calo del -3,2% corrispondente però a solo 4 casi. Nel totale 82 in occasione del lavoro e 39 quelli in itinere.

  • Industria e servizi 109 denunce
  • Agricoltura 11 denunce
  • Conto Stato 1 denuncia

Dall'analisi territoriale emerge che:

  • Nord Ovest 33 denunce
  • Nord Est 22 denunce
  • Sud 26 denunce
  • Isole 14 denunce, registrato un aumento.
  • Centro 26 denunce, registrato un aumento.

Il decremento è legato solo alla componente femminile che registra 12 decessi in meno, mentre quella maschile passa da 105 a 113.

Relativamente alle denunce di malattia professionale si riscontra dolo una in più rispetto allo stesso periodo del 2018.

  • Agricoltura +2,5
  • Industria e Servizi -0,2%
  • Conto Stato -18,4%

 

A parte il Nord Est con un +1,1% tutte le altre zone d'Italia registrano un calo con Nord Ovest in testa a -1,8%.

Le patologie del sistema osteo-muscolare e del tessuto connettivo (4.591 casi), quelle del sistema nervoso (829) e dell'orecchio (570) continuano a rappresentare le prime tre malattie professionali denunciate, seguite dalle patologie del sistema respiratorio (350) e dai tumori (337).

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.