21 gen 2021

138 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INAIL | Nono rapporto Malprof 2015-2016 sulle malattie professionali




Una delle attività più caratterizzanti del lavoro di INAIL è rappresentata dal Malprof, il rapporto di ricerca e monitoraggio di rilevazione delle malattie professionali frutto di un lavoro sinergico tra INAIL e Regioni.

Arrivato alla sua nona edizione il Malprof 2015-2016 si basa su un flusso di dati dai servizi prevenzionistici delle Asl che formano un database utile sia in fase di monitoraggio delle patologie professionali sul territorio italiano, sia per quanto riguarda le indicazioni prevenzionali definendo le importanti “nessi di causa” tra attività lavorativa e patologia professionale.

Scrive Sergio Iavicoli, Direttore del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale “Il fenomeno delle malattie professionali è per sua natura difficile da rappresentare in termini quantitativi, oltre che qualitativi, e per una sua migliore comprensione è necessario consolidare e valorizzare le fonti informative disponibili. La necessità di potenziare e integrare i dati contenuti nei sistemi di rilevazione sulle malattie professionali è stata espressa anche dall’Ilo all’interno di due sue pubblicazioni dedicate alle modalità di rilevazione e analisi delle malattie professionali, dove è stato posto in luce tanto il problema della sotto-notifica di tali dati quanto la necessità di disporre di informazioni che aiutino a identificare le cause del fenomeno, non limitandosi solo a un conteggio statistico delle segnalazioni e delle denunce di malattia professionale”

I dati a livello nazionale

Per quanto riguarda i dati a livello nazionale rilevati dal Malprof nel biennio in esame, si rileva che il totale delle segnalazioni ricevute di malattie professionali sono state un totale di circa 16.000 per ambedue gli anni con una netta superiorità di uomini rispetto alle donne i quali hanno un’incidenza con un tasso di circa 48 segnalazione per 100.000 unità.

La distribuzione delle età si concentra su lavoratori tra i 50 e i 59 anni e si registra per ambedue i periodi in esame che le malattie professionali più comuni risultano essere i Disturbo MuscoloScheletrici.

Per un’analisi più approfondita invitiamo il lettore alla consultazione del documento “MalProf 2015-2016. Il nono rapporto INAIL-Regioni sulle malattie professionali” a questo link.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.