21 mar 2019

738 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



ERGONOMIA | Guida NECSI all'allestimento della postazione con videoterminale




Lavorare in ufficio 8 ore al giorno può apparentemente sembrare un'attività che non comporta alcun rischio per la salute del lavoratore, ma in realtà una scorretta disposizione di tutti gli strumenti di lavoro porta con il tempo al sopraggiungere di disturbi muscolo scheletrici non indifferenti.

Oggi, il nostro Esperto di valutazioni ergonomiche e di valutazioni dei rischi trasversali e agenti fisici, Ing. Daniele Moresco ha stilato un'utile guida dal titolo “Comodo non vuol dire (per forza) corretto” su come allestire in modo corretto la propria postazione di lavoro.

Un allestimento ottimale del posto di lavoro permette anzitutto di evitare disturbi.

Il posizionamento corretto di tavolo, sedia, schermo e tastiera comporta pochi minuti di lavoro e permetterà non solo di avere una postazione adeguata, ma anche di mantenere una postura adeguata.

Come allestire il posto di lavoro in pochi minuti.

I Pc e l'arredo utilizzati negli uffici hanno raggiunto ormai uno standard di qualità molto alto. Non basta però avere attrezzature di prima scelta: bisogna disporle e soprattutto impiegarle nel modo corretto!

Posizionare e regolare la scrivania

Posizionare il tavolo in modo che la luce provenga preferibilmente di lato tenendo conto che le lampade da soffitto dovrebbero essere disposte preferibilmente in modo parallelo alle finestre e nella direzione dello sguardo. Se il tavolo è troppo alto e non regolabile in altezza si dovrà regolare la sedia in modo che il piano di lavoro si trovi alla stessa altezza dei gomiti e, solo nel caso in cui i piedi non fossero in grado di toccare terra, si potrà posizionare sotto di essi un poggiapiedi.

Regolazione della sedia

La sedia deve essere regolata in modo che le cosce aderiscano al sedile e i piedi siano completamente appoggiati sul pavimento.

È importante non accavallare le gambe in quanto questa posizione va a peggiorare la circolazione del sangue negli arti inferiori.

Le ginocchia, infatti, devono formare un angolo di almeno 90° e lo stesso vale per l'inclinazione tra coscia e tronco; la parte posteriore del ginocchio dovrebbe eccedere di circa 4 cm dal bordo della sedia.

La sedia, che in generale deve essere solida, di buona fattura e in materiale resistente, deve avere uno schienale regolabile in altezza, inclinabile, preferibilmente con supporto lombare e che segua i movimenti naturali del corpo.

La posizione dello schermo

Schermo e tastiera devono essere posizionati parallelamente al bordo del tavolo.

Polso e avambraccio debbono essere ben poggiati sulla scrivania in modo rilassato; per usare la tastiera e il mouse, infatti, si devono utilizzare più le dita piuttosto che i polsi. Non proiettiamoci in avanti scaricando peso sulle articolazioni di gomito e polso poiché andremo anche a forzare le cervicali.

Se stiamo copiando nel Pc degli appunti presi su un foglio di carta, questo deve essere posizionato tra la tastiera e lo schermo, non viceversa.

Lavori con più di uno schermo contemporaneamente?

Se si utilizza maggiormente solo uno dei due schermi e il secondo solo di rado, bisogna collocare lo schermo principale di fronte a sé e il secondo lateralmente alla stessa distanza di visione.

Se si impiegano più schermi contemporaneamente, la posizione corretta è simmetrica con la giunzione dei due schermi a metà la quale è consigliabile coprire con una copertura dello stesso colore per evitare riverberi.

Altezza e distanza dello schermo.

Il bordo superiore dello schermo deve trovarsi ad almeno 10 centimetri al di sotto dell'altezza degli occhi.

Per schermi più grandi di 24 pollici, questi devono essere abbassati sul piano di lavoro.

La distanza ottimale rispetto allo schermo varia dai 60 agli 80 centimetri a seconda della dimensione dello stesso.

In generale, per controllare che la propria postazione sia corretta è possibile:

  • Verificare che lo sguardo (gli occhi e non il collo) rivolto al monitor sia sempre leggermente inclinato verso il basso.
  • Il monitor sia inclinato verso l'alto fino ad un massimo di 35° rispetto allo sguardo e che la tastiera sia a circa 60° rispetto agli occhi.

La check list della postura incongrua.

Qui di seguito ti proponiamo alcune domande alle quali diamo una risposta per risolvere il problema della postura incongrua.

Sei sempre seduto in punta di sedia?

Cambia di continuo posizione. Di tanto in tanto, ad esempio, siediti con la schiena ben eretta sul bordo posteriore della sedia.

Hai le gambe accavallate?

Ritorna nella posizione corretta e non dimenticare di alzarti ogni qual volta ne hai la possibilità, magari per telefonare, esaminare una pratica ecc…

Sei proiettato con il collo e il mento verso lo schermo?

Evita di stressare le cervicali, concediti delle pause e muovi il collo per rilassarlo ricordandoti sempre di assumere una postura corretta.

Hai le spalle contratte e sollevate o stai serrando i denti?

Sintomi di tensioni muscolari. Tasta con la punta delle dita i muscoli alla base del cranio e massaggiali quindi per un minuto compiendo dei piccoli movimenti circolari

 

Non solo Posture Incongrue

Necsi è specializzata nell'analisi dei rischi trasversali e dell'ergonomia che sono spesso da valutare nel loro complesso poiché un'analisi approfondita e accurata rispetto a questi rischi è di fondamentale importanza nella gestione della salute e sicurezza nel luogo di lavoro.

 

I servizi offerti da Necsi in questo ambito sono:

  • Analisi della Movimentazione Manuale dei Carichi (MMC)
  • Analisi dei Movimenti Ripetitivi MRP
    • Mappatura delle postazioni con metodo di valutazione con check-list OCRA
    • Analisi del rischio con metodo di valutazione OCRA-INDEX
  • Analisi delle posture incongrue
  • Analisi delle postazioni di videoterminalisti

 

In più offriamo un servizio di Riprogettazione delle postazioni di lavoro e di Ergonomia Cognitiva in modo da intervenire anche sul design aziendale introducendo nelle aziende che lo richiedono l'ottica visuale che sta alla base dell'ergonomia cognitiva.

 

Conosci meglio il nostro servizio di Ergonomia, clicca qui.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.