21 mag 2019

694 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



REGIONE DEL VENETO | La sicurezza nel progetto RE.MO.VE.




Tutti ricorderanno la grande perturbazione che ha colpito la nostra penisola nell'ottobre dello scorso anno mettendo in ginocchio gran parte della Regione Veneto, in particolare i boschi Alpini e PreAlpini.

Al fine di recuperare e di mettere in sicurezza i siti valanghivi formatisi a seguito appunto della tempesta, la Regione del Veneto ha dato via al progetto RE.MO.VE (Recupero Montagna Veneta) che mira alla sicurezza sul lavoro e alla protezione ambientale dei lavoratori impegnati in questi particolari luoghi.

È stato già siglato un “Patto per la sicurezza e la protezione dell'ambiente” tra Veneto Strade SpA e tutte le imprese impegnate nei cantieri che saranno realizzare nelle zone interessate con il fine di eliminare tutti i possibili incidenti che potrebbero veder coinvolti sia i lavoratori che i cittadini così come l'ambiente circostante.

 

Unico nel suo genere e di forte innovazione, questo progetto parte dalla considerazione che per intervenire nei luoghi post-emergenza è necessaria un'attenzione in più perché i luoghi d'azione sono naturalmente soggetti ad eventi infortunistici date le loro precarie condizioni.

L'impegno concreto è che i cantieri siano efficienti e altamente sicuri, dalla pianificazione alla progettazione, dall'esecuzione al controllo di tutti i cantieri forestali interessati.

L'accordo, in particolare, prevede che vengano somministrati dei particolari corsi di formazione sulle criticità del cantiere forestale a tutti i lavoratori dei cantieri interessati e tali competenze acquisite dovranno poi essere valorizzate e monitorate tramite strumenti specifici.

Tutti gli attori impegnati in questo grande progetto (dai lavoratori ai preposti, fino ai direttori di cantiere) saranno dotati di un particolare patentino nel quale sono riportate tutte le “non conformità” per le quale è prevista tolleranza zero. Ogni non conformità rilevata verrà sanzionata con punteggi che, in caso di negatività, porteranno alla sospensione o all'allontanamento dal cantiere. In questo modo tutti i lavoratori saranno più responsabili e chi verrà allontanato capirà che tutti i comportamenti pericolosi, se adottati, sono sempre penalizzanti.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.