24 apr 2018

452 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



Basta alle vittime sul lavoro: incontro tra istituzioni e parti sociali




Il Ministro del Lavoro Poletti, a seguito dei continui casi di infortuni mortali che si sono susseguiti nelle ultime settimane, ha indetto un confronto tra tutti gli organi competenti in materia di sicurezza sul lavoro nonché le parti sociali.

Le corde che sono state toccate sono in particolare Prevenzione, Coordinamento Istituzionale, Innovazione Tecnologica, Formazione e potenziamento dei Servizi Ispettivi. Si tratta di una strategia quanto mai complessa giunta al termine di un’analisi del 10 aprile riguardante le casistiche ricorrenti attraverso le quali individuare i settori più a rischio verso cui indirizzare sia atti preventivi sia di controllo.

Dall’analisi risulta infatti che i casi più ricorrenti di infortunio sul lavoro sono:

  • Investimento ad opera di mezzi o machine;
  • Caduta dall’alto;
  • Intossicazione in ambienti confinati;
  • Ribaltamento di mezzi meccanici;

Come affrontare al meglio il problema della sicurezza.

La parola d’ordine rimane ovviamente “prevenzione” alla quale è doveroso associare il coordinamento tra Istituzioni e Parti Sociali. La necessità è quindi quella di proseguire il lavoro che già è in atto, cercando di migliorare la capacità di analisi e di valutazione sugli infortuni (azioni pienamente condivise anche dalle Associazioni imprenditoriali e dalle firme sindacali CIL CISL e UIL.)

Emerge anche la necessità di rafforzare i controlli (confermata l’assunzione di 150 nuovi ispettori) unita all’esigenza di una maggior collaborazione tra soggetti interessati nella sicurezza.

Prossimamente si terrà, inoltre, un incontro con i vertici INAIL incentrato sull’uso dei fondi dell’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro e delle Regioni per finanziare azioni sinergiche sulla prevenzione. Un ulteriore vertice verrà invece istituito con l’Ispettorato Nazionale del Lavoro sul tema dei controlli con particolare riferimento al sistema delle notifiche online.

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.