27 mag 2021

247 visite


Iscriviti alla Newsletter Aliseo


Rimani aggiornato sulle ultime novità!


ISCRIVITI QUI



INAIL | Codice di prevenzione incendi, la reazione al fuoco




Il Dipartimento innovazioni tecnologie e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici di INAIL ha curato un Focus Sheet sulla misura S.1 del Codice di prevenzione incendi, la quale si sofferma sulla Reazione al fuoco, una misura antincendio di protezione passiva, la quale manifesta i suoi effetti nella fase di prima propagazione dell’incendio.

Redatto in collaborazione con La Sapienza Università di Roma, il corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il Consiglio Nazionale degli ingegneri, tale Focus contiene esempi di progettazione di alcune attività ponendo grande attenzione proprio sulla misura del Codice di prevenzione incendi S.1 applicando delle soluzioni conformi e soluzioni alternative applicando metodi suggeriti dal codice stesso.

I casi studio proposti dal documento riguardano:

  • un edificio storico adibito ad attività scolastica;
  • un edificio storico adibito ad attività uffici aperti al pubblico;
  • un edifico adibito ad attività commerciale;
  • un edificio storico adibito ad attività ricettiva turistico-alberghiera;
  • un edificio storico adibito ad attività commerciale;
  • un edificio adibito ad asilo nido.

La definizione di reazione al fuoco

Come riportato dal Codice, la definizione di reazione al fuoco è

“una misura di protezione passiva che esplica i suoi principali effetti nella prima propagazione dell’incendio, con l’obiettivo di limitarne l’innesco dei materiali e la propagazione stessa dell’incendio. Essa si riferisce al comportamento al fuoco dei materiali nelle effettive condizioni finali di applicazione, con particolare riguardo al grado di partecipazione all’incendio che essi manifestano in condizioni standardizzate di prova.”

Ai materiali da costruzione vengono poi attribuiti dei livelli di prestazione per la misura antincendio, basandosi sull’energia rilasciata dai materiali stessi che influenza la crescita e lo sviluppo dell’incendio in condizioni pre e post incendio generalizzato:

  • Livello I dove il contributo all’incendio dei materiali non è valutato
  • Livello II dove i materiali contribuiscono in modo significativo all’incendio;
  • il livello II per materiali che contribuiscono in modo moderato all’incendio
  • e l’ultimo livello IV con materiali che contribuiscono in modo quasi trascurabile all’incendio

Quindi qual è il vantaggio di scegliere dei materiali da costruzione con un’idonea classe di reazione al fuoco? Il Focus INAIL segnala che una scelta accurata riduce la velocità di propagazione dell’incendio, limita l’eventualità che l’incendio coinvolga altri materiali combustibili presenti e favorisce l’aumento del tempo di esodo a disposizione per gli occupanti.

Per la lettura completa dei sei casi studio invitiamo il lettore alla consultazione del compendio completo al link sottostante.

 

SCARICA IL DOCUMENTO

Aggiungi un commento alla notizia





CONTATTACI


Chiamaci allo 0424 38 26 38
o compila il box a lato, ti daremo tutte le
informazioni di cui hai bisogno.