ALISEO NEWS, L'INFORMAZIONE TECNICA GRATUITA



COVID-19 | Tre nuovi Check Up per valutare le azioni intraprese dalla tua azienda contro il Coronavirus

In questo momento di emergenza globale, nel quale è cambiata la nostra vita, le nostre abitudini, il nostro modo di relazionarci e il nostro stesso modo di lavorare, Necsi ha scelto di lanciare una campagna di comunicazione chiamata "La Sicurezza non si Ferma" per sensibilizzare le aziende sull'importanza di mantenere alta l'attenzione al fondamentale tema della Salute e della Sicurezza nei luoghi di Lavoro.


APPROFONDIMENTI NECSI | Disturbi muscoloscheletrici lavoro correlati: fatti e cifre nell'Unione Europea

Recentemente è stato pubblicato nelle sue intere 215 pagine l'atteso "Work-related musculoskeletal disorders: prevalence, costs and demographics in the EU", un magnifico report in cui la European Agency for Safety and Health at Work espone i risultati di uno studio che fornisce un quadro accurato in merito all'andamento della Malattie Muscolo-Scheletriche in tutta Europa, sfruttando ed analizzando i dati esistenti relativi a tali patologie lavorative pubblicati dalle varie amministrazioni dell'UE.


COVID-19 | Il protocollo di contenimento della diffusione nei luoghi di lavoro

Lo scorso 14 marzo è stato firmato da sindacati e imprese il "protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro".


EU-OSHA | Disturbi Muscolo Scheletrici al centro della prossima campagna europea

Recentemente, l'Agenzia Europea per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro ha pubblicato su proprio sito una sintesi delle 10 relazioni degli Stati Membri dell'UE riguardo i Disturbi Muscoloscheletrici lavoro correlati.


INAL | Procedura sperimentale per la determinazione della componente batterica del materiale particolato

Negli ultimi anni il numero delle attività lavorative che sono soggette a rischio biologico è notevolmente aumentato. Questo accade a causa della mancanza di metodi standardizzati per misurare quantitativamente la componente batterica del materiale particolato e perché i limiti di esposizione agli agenti biologici non sono ancora stati stabiliti né tantomeno sono disponibili informazioni sufficienti per dare contezza della relazione dose-risposta.


INFORMAZIONI | CON LO SMARTWORKING NECSI NON SI FERMA

Gentile Lettore, l'emergenza di questi giorni ha spinto tutti noi a rivedere le nostre modalità di lavoro trovando delle nuove soluzioni per essere sempre al fianco dei nostri clienti e fornitori in modo agile.


SENTENZE | 6567/2020 le responsabilità intrinseche del datore di lavoro

Sappiamo che il Datore di Lavore, in qualità di responsabile primo della sicurezza dell’ambiente lavorativo, è sempre tenuto ad accertare la corrispondenza ai requisiti di legge dei macchinari utilizzati anche se questi presentano conformità “CE”, in quanto grava sempre sul soggetto responsabile l’obbligo di eliminare ogni fonte di pericolo per i lavoratori.


TESTO UNICO | Le proposte di modifica al TUS

Le Regioni e le Provincie Autonome hanno reso nota la propria posizione riguardo la Proposta di Legge Speranza che prevede la modifica al Decreto Legislativo 81 del 2008 oltre che altre disposizioni concernenti la vigilanza e la sicurezza sul lavoro, prevenzione e assicurazione contro infortuni lavorativi e malattie professionali.


INTERPELLI | 2/2020 sui permessi fruiti dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

L'Unione sindacale di base Pubblico Impiego ha chiesto il parere della Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro in merito al “Diritto ad usufruire del servizio di mensa o sostitutivo del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza nel Pubblico Impiego”.


DECRETI LEGISLATIVI | Arriva un Testo unico per le Radiazioni Ionizzanti?

La Camera dei deputati ha in esame in questo periodo lo schema di D.lgs (il terzo derivante la lla legge di delegazione 2018) che attua la direttiva 2013/59/Euratom riguardante le norme fondamentali di sicurezza e protezione contro i pericoli derivanti dalle radiazioni ionizzanti. La stessa va ad abrogare le precedenti direttive Euratom 89/618 – 90/641 – 9629 – 97/43 e 2003/122 nonché il riordino della normativa di settore.